Economia e finanza / Economia

Commenta Stampa

Nuovo piano tariffario dell'AMA, la critica di Marinelli


Nuovo piano tariffario dell'AMA, la critica di Marinelli
08/09/2009, 12:09


"Questa volta l'AMA non sapeva verso chi indirizzare strali ma adesso ha trovato il turista il quale non solo viene spennato appena sceso dal treno o dall'aereo ma dovrebbe ora vedere tra i vari avvoltoi che svolazzano attorno alla sua persona anche il comune di Roma". Con queste parole il responsabile per la regione Lazio dell'Italia dei Diritti Vittorio Marinelli esprime tutto il suo malcontento per l'ennesima iniziativa decisamente discutibile operata dall'attuale organo di competenza. A quanto pare le casse dell'AMA non sono mai abbastanza abbienti e così è previsto un nuovo piano tariffario realizzato principalmente però, non per coprire i deficit di entrata del bilancio ma per soccombere all'eccessivo aumento dei costi dovuto all'incremento dell'attività di pulizia della città. Si vuole così stabilire inoltre, la tariffa in base alle persone che compongono il nucleo familiare e dulcis in fundo l'introduzione della tassa di soggiorno che porrà il turista nelle condizioni di dover contribuire alla pulizia e al decoro della città. Marinelli aggiunge:" Meglio farebbe invece questa amministrazione se veramente perseguisse il bene pubblico cosa che invece si esclude. Si inizi a licenziare i vari manager e dirigenti che dimostrano di essere capaci solo nell'arte di far lievitare i propri scandalosi stipendi". L'esponente del movimento guidato da Antonello De Pierro conclude:" L'unica salvezza quindi per la capitale del mondo, sarebbe che si ricordasse di essa per lo meno l'Europa e nominasse un bel commissario tedesco oppure svedese. In poco tempo il miracolo di una città pulita sarebbe compiuto,senza spennare prima i romani e dopo i turisti".

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©