Economia e finanza / Economia

Commenta Stampa

L'Europa invece viaggia intorno al 2%

Ocse, ridotte le previsioni di crescita per l'Italia: +1,2% nel 2018


Ocse, ridotte le previsioni di crescita per l'Italia: +1,2% nel 2018
20/09/2018, 16:01

PARIGI (FRANCIA) - Continuano ad abbassarsi le stime di crescita per l'Italia. Questa volta tocca all'Ocse, che ha abbassato le stime di crescita dell'Italia all'1,2% nel 2018 e all'1,1% nel 2019. Si tratta di una crescita pari alla metà della crescita dell'Eurozona, stimata all'1,9% sia nel 2018 che nel 2019; comunque, specifica l'Ocse, in un quadro di rallentamento mondiale, causato anche dai dazi incrociati che molti Paesi stanno imponendo a vicenda. 

Nel caso dell'Italia, l'Ocse invita a proseguire nelle riforme iniziate dai precedenti governi, in particolare mantenere molto elevata l'età del pensionamento (bisogna ricordare che per l'Ocse, che di base applica il neoliberismo, le pensioni ed ogni uscita pubblica verso le persone di reddito medio-basso sono uno spreco e quindi vanno eliminate oppure fortemente ridotte, ndr). 

Immediata è arrivata la solita e insipida risposta di Luigi Di Maio via Facebook: "L'Ocse non deve intromettersi nelle scelte di un paese sovrano che il governo democraticamente legittimato sta portando avanti. Il superamento della legge fornero è nel contratto e verrà realizzato. Quasi due terzi degli italiani sono con noi. I burocrati se ne facciano una ragione. Siamo stati eletti anche per questo e manterremo l'impegno preso". 

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©