Economia e finanza / Economia

Commenta Stampa

Codacons, in Campania previsto un calo del 18%

Partono i saldi, negozi semivuoti


.

Partono i saldi, negozi semivuoti
02/07/2013, 13:58

NAPOLI – Partono i saldi estivi 2013 ma la crisi è ancora troppo profonda per poter sperare in qualcosa di buono sul versante vendite. A Napoli, come del resto in tutta la Campania, sono attesi nuovi cali segno della recessione che attanaglia le tasche degli Italiani. Secondo uno studio di Codacons i saldi di luglio faranno registrare un nuovo record nel calo degli acquisti da parte dei cittadini della Campania. Nelle stime sulle tendenze dei consumatori fornite dall’Istituto nella nostra regione il calo sarà del 18%; un dato drammatico se si pensa alle forti riduzioni di spesa effettuate negli anni precedenti dalle famiglie. In pratica, per tradurre la percentuale in termini comprensibili, la gente ridurrà ancora di più il proprio budget di spesa destinata agli sconti stagionali in attesa di tempi ancora più duri nei quali non sarà solo la cinta a stringersi. Gli acquisti riguarderanno solo ed esclusivamente prodotti di estrema necessità con un valore medio dello scontrino che scenderà drasticamente a 92 euro. Il Codacons, da parte sua,  ha anche diffuso un decalogo, di dieci regole, per fare buoni affari, districarsi nella selva dei saldi e prevenire difficoltà negli acquisti. Il presidente della Camera di Commercio di Napoli Maddaloni invita però a non drammatizzare, in attesa che la tenaglia finanziaria globale allenti la sua presa.

 

Commenta Stampa
di Rosario Lavorgna
Riproduzione riservata ©