Economia e finanza / Economia

Commenta Stampa

Il risultato è emerso dal progetto Welfare Italia di Censis

Pensioni: il 42% in pensione con meno di mille euro


Pensioni: il 42% in pensione con meno di mille euro
06/07/2011, 21:07

Nella migliore delle ipotesi avranno un reddito più basso persino di quello che percepivano all'inizio della carriera e dovranno considerarsi fortunati. Secondo i risultati emersi dal progetto Welfare Italia di Censis e Unipol, i 42% dei lavoratori dipendenti, che oggi hanno tra i 25 e i 34 anni, andrà in pensione nel 2050 con meno di 1.000 euro al mese. Sono i 4 milioni di giovani oggi ben inseriti nel mercato del lavoro con contratti standard, quindi una categoria per così dire privilegiata se messa a confronto con un milione di giovani con contratti atipici e con i 2 milioni che non studiano e non lavorano. Se i lavoratori dipendenti beneficeranno di una pensione poco più del 60% dell'ultima retribuzione, andando in pensione a 67 anni di età con 37 anni di contributi, gli autonomi vedranno ridursi il tasso fino a meno del 40%. Il problema pensioni, sottolinea il Censis, è tutt'altro che risolto. L'Italia è uno tra i paesi più vecchi e longevi al mondo, nel 2030 gli anziani saranno più del 26% della popolazione totale. Si conteranno 4 milioni di persone inattive in più e 2 milioni di attivi in meno. Dalle pensioni alla sanità il quadro non migliora. Nell'ultimo anno, secondo il rapporto, più del 70% degli italiani ha dovuto fare ricorso a prestazioni sanitarie private con una spesa annuale media per famiglia di 958 ero. Si sale fino a 1.418 euro nelle famiglie in cui un componente ha avuto bisogno del dentista.

Commenta Stampa
di va.es.
Riproduzione riservata ©