Economia e finanza / Economia

Commenta Stampa

Sale il Pil in tutta la Eurozona

Pil positivo per l'Italia dopo oltre un anno


Pil positivo per l'Italia dopo oltre un anno
13/11/2009, 11:11

Sono stati resi noti i primi dati relativi alla crescita del Pil nei Paesi europei. E l'Italia finalmente tira un sospiro di sollievo, con un +0,6% rilevato nel terzo trimestre del 2009, dopo cinque trimestri negativi (l'ultimo trimestre positivo era stato il primo del 2008).
Dati positivi anche per la Germania (+0,7%) e per la Francia (+0,3%), anche se si tratta di dati leggermente al di sotto delle previsioni. Ma è tutta l'Europa che ha il Pil in crescita, come dimostra il dato dell'Eurozona: +0,4%.
Fuori dalla crisi? Meglio aspettare a dirlo, anche se il Ministro delle Finanze Giulio Tremonti e il Presidente del Consiglio SIlvio Berlusconi strombazzeranno questo dato come la dimostrazione che la crisi è finita. Infatti, anche tralasciando che il dato di fine anno previsto è un calo del Pil intorno al -5%, c'è da considerare che questo è il trimestre dove il Pil cresce a causa del turismo estivo. Inoltre c'è stata la ricostruzione dell'Abruzzo che ha causato un aumento del Pil. Bisognerà vedere come andranno le cose nei prossimi trimestri. Perchè rimangono due problemi: il primo è l'aumento della disoccupazione, che continua a non fermarsi, cosa che ha destato l'allarme anche della BCE; il secondo, peculiare per l'Italia, è l'aumento del deficit, che per dicembre si prevede raggiunga e superi il 5%, molto al di sopra del limite del 3% fissato dal trattato di Maastricht.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©