Economia e finanza / Economia

Commenta Stampa

PREMIATO IL MIGLIOR VENDITORE DELL'ANNO: 2068 FOLLETTI


PREMIATO IL MIGLIOR VENDITORE DELL'ANNO: 2068 FOLLETTI
10/05/2008, 13:05

Ha venduto quasi sei apparecchi al giorno per dodici mesi consecutivi, arrivando a toccare nell'arco di un intero anno l'invidiabile quota di 2.068 "pezzi". Davide Simeoni, 42 anni, è il primo venditore d'Italia della Vorwerk Folletto, azienda leader nella vendita diretta. Sposato con Stefania da 13 anni, padre di due figli, abita a Scorzè (Venezia) e sarà premiato durante la Festa Nazionale della Vendita 2007, in corso oggi, sabato 10 maggio, a Sorrento, alla quale partecipano più di 600 agenti Folletto. Simeoni, persona riservata, da 14 anni suona ogni giorno i campanelli della provincia di Venezia; ha iniziato la professione di venditore dopo aver fatto altri lavori. Nel 1994 ha deciso di accettare una nuova sfida, entusiasmandosi passo dopo passo. I primi tempi non sono stati sicuramente facili. «Avevo un po' di timore, ma anche tanta voglia di imparare -racconta-. Il risultato che ho raggiunto nel 2007 è sicuramente una bella soddisfazione sotto il profilo professionale».
I 2.068 apparecchi Folletto che ha fatto entrare nelle case di molti italiani sono la testimonianza di un impegno costante nel tempo e di un grande allenamento. «Non c'è giocatore che entra in campo senza allenarsi -ricorda il numero 1 della consociata italiana di Vorwerk-. Così è anche per la vendita diretta: serve una preparazione costante e occorre anche non perdere mai l'entusiasmo. E' forse questa la cosa più difficile ma che, se viene superata, porta a raggiungere traguardi importanti».
Benché sia la prima volta che sale sul gradino più alto del podio nella classifica di Folletto, Simeoni nei suoi 14 anni di presenza in Vorwerk ha sempre partecipato alla Festa annuale per i migliori venditori. «Non esistono particolari segreti -rivela-. Non c'è una ricetta che funziona sempre: occorre però non perdere mai la speranza e lavorare sempre con grande umiltà e voglia di fare». Fondamentale il sostegno della famiglia. Quella di Folletto «perché è una grande azienda che non ti lascia mai solo. Per chi si trova ad affrontare la strada quotidianamente, questo è un punto importante», aggiunge. Ma soprattutto moglie e i figli: «Non bisogna confondere i piani: un conto è il lavoro e un altro la vita personale. Avere una moglie al proprio fianco che ti aiuta e ti supporta, talvolta anche con i silenzi rumorosi, è determinante per andare avanti e superare le difficoltà».
A Simeoni e a tutti i migliori venditori di Folletto il ringraziamento del presidente di Vorwerk Folletto, Patrizio Barsotti: «Questo impegno ha portato Folletto ad essere la prima consociata del gruppo Vorwerk in quanto a vendite».
 

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©