Economia e finanza / Economia

Commenta Stampa

PREZZI CARBURANTI: C'è CONCORRENZA?


PREZZI CARBURANTI: C'è CONCORRENZA?
07/04/2008, 18:04

Si è tenuto a  Roma, presso la sede della Confcommercio, un convegno per presentare l'indagine della Figisc (Federazione italiana gestori impianti stradali carburanti) e dall'Anisa (Associazione nazionale imprese servizi autostradali) dal titolo "La distribuzione dei carburanti: libro bianco sulla concorrenza", una ricerca di mercato che    analizza l'andamento,negli ultimi mesi,del prezzo del carburante negli impianti della nostra penisola

Luca Squeri, presidente nazionale della Figisc-Anisa Confcommercio, ha respinto con fermezza le critiche di Antitrust e consumatori che attribuiscono ai benzinai l'aumento dei prezzi in un mercato privo di concorrenza. "La ricerca contenuta nel Libro bianco (effettuata su 1300 impianti in dieci grandi città)- ha dichiarato Squeri - ha rivelato che non solo esistono prezzi diversi, ma che le differenze sono spesso rimarchevoli: possono andare da un minimo di 3,7 fino a un massimo di 15 centesimi al litro. Nello stesso bacino d'utenza, chi predilige lo sconto, scegliendo il fai da te, su mille litri l'anno può arrivare a un risparmio considerevole di 150 euro".

"Oggi in Italia - ha aggiunto Pasquale De Vita, presidente dell'Unione petrolifera - si può comprare la benzina allo stesso prezzo della media europea. Il gasolio è più caro perché sul mercato internazionale costa di più a causa della forte richiesta".

 Avete la percezione che esista una reale concorrenza in questo settore?che ne pensate? Diteci la vostra......

Commenta Stampa
di Fabrizio Pirone
Riproduzione riservata ©