Economia e finanza / Economia

Commenta Stampa

A dieci anni dalla costituzione dell’albo unico

Quali sono le prospettive di lavoro per le attività di dottore commercialista ed esperto contabile?

A Verona forum promosso dall'Anc con gli esperti

Quali sono le prospettive di lavoro per le attività di dottore commercialista ed esperto contabile?
09/12/2017, 08:47

VERONA – “A dieci anni di distanza l’albo unico ha concluso il periodo di rodaggio. È la professione unica che oggi è in pista, e non più le due categorie che devono armonizzarsi.

Ma la professione, al tempo stesso, lancia segnali di invecchiamento che, anche dal punto di vista del futuro della previdenza devono far riflettere: se la centralità del commercialista nel mondo delle imprese viene oggi posta in discussione, anche la crescita dei professionisti iscritti, in diminuzione negli ultimi anni e in diminuzione ancora più sensibile nel numero dei tirocinanti induce a pensare.

Il futuro non è fosco, ma occorre pensare con serietà agli sbocchi per le nuove generazioni che sono chiamate ad alimentare - anche ai fini previdenziali - le prospettive della professione dei prossimi decenni”.

Lo ha detto Paolo Longoni, consigliere d’amministrazione della Cassa ragionieri presentando il forum  “Albo Unico - Aggiornamento su novità fiscali e normativa antiriciclaggio”, promosso dall’Anc che si terrà lunedì 11 dicembre alle ore 9 presso l’Hotel Expo di Villafranca di Verona (via Portogallo 1/P).

Interverranno all’incontro  Marco Cuchel, presidente Associazione nazionale commercialisti; Pierluigi Mantini, vicepresidente Consiglio di Presidenza della Giustizia Amministrativa; Roberto Mariotti, numero uno Assosoftware; Massimo Miani, presidente nazionale dei commercialisti italiani; Paolo Moretti, presidente dell’Istituto per il Governo Societario; William Santorelli, già presidente Consiglio nazionale ragionieri commercialisti; l’ex parlamentare  Maria Grazia Siliquini; Antonio Tamborrino, già presidente Consiglio nazionale dei dottori commercialisti; Michele Vietti, già vicepresidente Csm.

Commenta Stampa
di Giorgio
Riproduzione riservata ©