Economia e finanza / Economia

Commenta Stampa

Ma il governo mantiene basse le previsioni per il futuro

Raddoppiano le previsioni sul Pil tedesco: +3,5% nel 2010


Raddoppiano le previsioni sul Pil tedesco: +3,5% nel 2010
14/10/2010, 11:10

BERLINO (GERMANIA) - Ricomincia a tirare la locomotiva tedesca in economia. Era stato uno dei Paesi più colpiti dalla crisi alla fine del 2008 ed ha dovuto stanziuare ingenti risorse. Ma grazie ad una intelligente politica economica che ha evitato di colpire i salari, si è subito ripresa. E così i principali istituti di ricerca tedeschi hanno portato la crescita del Pil tedesco - che già a giugno aveva segnato un +3% - al 3,5% del 2010. Inoltre si prevede che a fine anno i disoccupati scenderanno a 3 milioni, una delle cifre più basse da quando questa statistica viene calcolata. Da ricordare che le previsioni del governo avevano fissato un 1,4% per quest'anno, come crescita del Pil.
Tuttavia i buoni risultati non cambiano le previsioni del governo, che vengono mantenute al 2% di crescita del Pil per il 2011. Un risultato tutt'altro che anomalo, date le premesse. Ed una lezione per tutti i Paesi europei che stanno tagliando i salari, bloccando sempre più la crescita economica dei rispettivi Paesi.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©