Economia e finanza / Economia

Commenta Stampa

I due Paesi nel mirino dei mercati

Rating, scure di Moody's su banche spagnole

Declassato anche debito sovrano di Cipro

Rating, scure di Moody's su banche spagnole
26/06/2012, 10:06

MADRID – Per la seconda volta in sei mesi la scure di Moody’s si abbatte sulle banche spagnole. I tagli vanno da 1 a 4 scalini: “La decisione di oggi – si legge in una nota -  è dovuta all’indebolimento della capacità di credito del governo spagnolo e alla minore capacità delle banche di proseguire con le proprie forze”. La valutazione di 3 istituti è stata abbassata di un gradino, mentre per 11 banche il taglio è stato di due gradini, per altre 10 è stato di tre gradini e per le restanti sei la revisione al ribasso è stata di ben quattro gradini. Tra le banche interessate troviamo Banco Santander, Banco Bilbao Vizcaya Argentaria (BBVA), Bankia, Banco Popular Espanol e CaixaBank.
    “La riduzione della valutazione sulla capacità di credito spagnolo – si legge ancora - non ha solo un impatto negativo sulla capacità del governo di sostenere le banche, ma pesa anche sul profilo creditizio dei singoli istituti”. Inoltre l’agenzia di rating si aspetta che l’esposizione delle banche nel settore immobiliare commerciale possa causare perdite maggiori, che potrebbero aumentare la possibilità di una necessità di aiuto esterno. Il 17 maggio scorso, erano stati colpiti 16 istituti. Madrid ha chiesto aiuto all’Europa proprio a causa della debolezza del suo sistema bancario, così come Cipro. E anche in questo caso, un’altra agenzia, Fitch, ha tagliato il rating del debito sovrano riducendolo a BB+ da BBB-. A pesare, spiega Fitch in una nota, è la "sostanziale iniezione di capitale di cui hanno bisogno le banche cipriote per recuperare la fiducia dei mercati". Secondo l'agenzia Usa, le banche cipriote avrebbero bisogno fino a 6 miliardi di euro di capitali freschi per rimettersi in sesto. Col taglio del rating sovrano a spazzatura, Fitch si è allineata alle altre due agenzie, Standard & Poor's e Moody's, che avevano già ridotto a 'junk' il debito dell'isola.
 

Commenta Stampa
di GB
Riproduzione riservata ©