Economia e finanza / Economia

Commenta Stampa

Ravvedimento operoso


Ravvedimento operoso
11/10/2013, 16:53

Il ravvedimento operoso permette di regolarizzare versamenti di imposte omessi o insufficienti e altre irregolarità fiscali, beneficiando della riduzione delle sanzioni.
Il ravvedimento è consentito a tutti i contribuenti, ma per poterne usufruire occorre rispettare determinati limiti di tempo. Inoltre, è necessario che:
- la violazione non sia già stata constatata e notificata a chi l’ha commessa
- non siano iniziati accessi, ispezioni e verifiche (in caso contrario, il ravvedimento è inibito per i periodi e i tributi che sono oggetto di controllo)
- non siano iniziate altre attività di accertamento (notifica di inviti a comparire, richiesta diesibizione di documenti, invio di questionari) formalmente comunicate all’autore.
Per beneficiare del ravvedimento operoso occorre naturalmente versare l’imposta dovuta, con i relativi interessi. La sanzione viene così ridotta
- al 3%, se il pagamento viene eseguito entro 30 giorni dalla scadenza prescritta (ravvedimento breve)
- al 3,75%, se si paga con un ritardo superiore a 30 giorni ma entro il termine di presentazione della dichiarazione relativa all’anno d’imposta in cui la violazione è stata commessa (ravvedimento lungo). (Fonte: Lepre Group)

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©