Economia e finanza / Economia

Commenta Stampa

Coviello: "Mercato malato e costi insostenibili"

Rc Auto: in arrivo nuovi aumenti


Rc Auto: in arrivo nuovi aumenti
04/09/2009, 13:09


"Mentre le sanzioni dell'Isvap (l'autorità di controllo del settore) nei confronti delle compagnie di assicurazione hanno raggiunto il record di 28,4 milioni di euro nel solo periodo gennaio-luglio 2009, con relative 2.365 ordinanze di ingiunzione (+ 15% rispetto allo stesso periodo dell'anno precedente), preoccupa la notizia che le tariffe Rca saranno ritoccate al rialzo più volte nel corso del prossimo anno, causa il cattivo andamento del ramo, dovuti all'aumento dei costi ormai sfuggiti alle compagnie".
A lanciare l'allarme caro-polizza e commentare i nuovi dati sulle sanzioni comminate alle 'cattive' compagnie è "l'Ombudsman assicurativo" Antonio Coviello
, docente di Marketing Assicurativo nella Seconda Università di Napoli, che denuncia la gravità della situazione e chiede l'intervento del Governo. "Le continue sanzioni dimostrano la gravità in cui versa il settore della Rca, vero freno al necessario sviluppo dello strumento assicurativo. Già lo scorso anno -spiega Coviello- l'Isvap aveva incassato multe record di 43,4 milioni, ma il trend lascia supporre che il 2009 possa chiudersi con sanzioni per oltre 45 milioni, circa 40 volte l'ammontare delle multe del 2002. Le più sanzionate? Le compagnie 'specializzate' nell'assicurazione auto. Come di consueto, infatti, gran parte delle sanzioni ha riguardato violazioni della disciplina dell'Rc auto, soprattutto per liquidazioni in ritardo nei sinistri : nei primi sette mesi sono ammontate a 26,3 milioni, con un incremento del 16,3%. Unica 'consolazione' della triste vicenda è che i proventi delle sanzioni Isvap vanno ad alimentare il fondo vittime della strada, ed in parte affluiscono nelle casse dell'erario. Ma sarà sempre l'utente-assicurato finale a pagarne le conseguenze."
La compagnia più multata nei primi sette mesi dell'anno - come registra l'ultimo bollettino dell'Isvap- è Ugf assicurazioni, con sanzioni per 6,9 milioni: il 26% di quelle comminate al mercato per infrazioni sull'Rc auto, a fronte di una quota di mercato di circa l'11%. Al secondo posto, sempre guardando solo all'Rc auto, il gruppo FondiariaSai: 3,9 milioni di multe sono andate alla controllata Milano Assicurazioni e 2,5 milioni alla capogruppo. Insieme hanno ricevuto il 24,7% delle sanzioni totali, più della quota di mercato che complessivamente è di circa il 21,5%. Nel gruppo Generali la più colpita è stata la controllata Ina-Assitalia (1,7 milioni), mentre la capogruppo e da Toro, hanno avuto entrambe sanzioni per 0,9 milioni. Il totale del gruppo è quindi di 3,5 milioni. Multe rilevanti nei sette mesi sul ramo Rc auto anche per il gruppo Cattolica, sia a livello di capogruppo (1,3 milioni), sia della controllata Duomo Uni One (1 milione).

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©