Economia e finanza / Economia

Commenta Stampa

Rivoluzione in via XX Settembre. Forse rientra Ceriani

Saccomanni nomina Franco alla Ragioneria dello Stato


Daniele Franco, nuovo ragioniere generale dello Stato
Daniele Franco, nuovo ragioniere generale dello Stato
17/05/2013, 19:49

ROMA – Il Ministro del Tesoro Saccomanni cambia i quadri dirigenziali di via XX Settembre, e nomina Daniele Franco ai vertici della Ragioneria generale dello Stato.

Franco, 60 anni, lascia la direzione ricerca economica e relazioni internazionali della Banca d'Italia e prende il posto di Mario Canzio.

Nel suo curriculum Franco vanta la guida del Servizio studi di Bankitalia e la presidenza, dal 1999 al 2007, del Gruppo di lavoro di finanza pubblica del Sistema europeo di banche centrali.

In poco più di due settimane dall'insediamento, Saccomanni ha rivoluzionato la struttura apicale di Via XX Settembre, sostituendo alcuni dei principali dirigenti che erano espressione dell’ex ministro Tremonti.

Daniele Cabras, capo della struttura tecnica della commissione Bilancio, è diventato Capo di gabinetto al posto di Vincenzo Fortunato, influente e discusso alto dirigente dello Stato.

Giuseppe Chinè ha lasciato la direzione dell'ufficio legislativo al magistrato contabile Luigi Caso. Francesco Frettoni si avvia a ricoprire l'analogo incarico al Dipartimento Finanze al posto di Italo Volpe.

Saccomanni ha anche annunciato di voler riportare al ministero del Tesoro Vieri Ceriani, ex sottosegretario nel governo Monti , autore della delega fiscale bloccata dal Parlamento che puntava a rivoluzionare il catasto italiano, così come il censimento delle oltre 600 tax expenditure, le agevolazioni fiscali che privano lo Stato di oltre 160 miliardi ogni anno.

Commenta Stampa
di Felice Massimo de Falco
Riproduzione riservata ©