Economia e finanza / Economia

Commenta Stampa

Bene Milano e Torino grazie ai turisti stranieri

Saldi-flop: la prima settimana segna un -15%


Saldi-flop: la prima settimana segna un -15%
13/07/2013, 10:26

ROMA - Era previsto, ma non così: il periodo dei saldi estivi è cominciato con la marcia sbagliata. A dirlo è un sondaggio della Fismo-Confesercenti, che ha valutato come è andata la prima settimana di saldi. 
Il totale è disastroso: -15% rispetto allo stesso periodo di saldi dell'anno scorso. Si salva qualche città: per esempio nella zona centrale di Milano, dove i turisti stranieri (soprattutto arabi e russi) amano il "made in Italy" e non hanno problemi di portafoglio. Oppure Torino, dove gli acquisti si mantengono in linea con quelli dello scorso anno. Per converso in altre città c'è un vuoto assoluto nei negozi: a Bologna si registra un calo del 20%, che diventa il 25% a Bari. 
Ma cambia anche il modo di acquistare degli italiani: ormai è rarissimo il cliente che entra nel negozio solo perchè attirato dal prezzo basso. Per lo più sono i soliti clienti che cercano di risparmiare qualcosa di soldi approfittando del saldo. Inoltre la maggior parte degli acquisti sono per i giuovani, dato che i genitori preferiscono spendere qualcosa in più per i figli, se c'è la disponibilità, che per se stessi. Vanno relativamente bene prodotti di camiceria e pantaloni, meno gli accessori come borse e cinture; allo stesso modo, vanno meglio i capi "low cost" che quelli di fascia alta. 

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©