Economia e finanza / Economia

Commenta Stampa

In Cina, dopo l'accusa della China Labour Watch

Samsung, ispezioni nelle aziende contro il lavoro minorile

Intanto continua la battaglia ingaggiata da Apple per plagio

Samsung, ispezioni nelle aziende contro il lavoro minorile
04/09/2012, 11:56

SEUL - Samsung, il colosso della telefonia sudcoreano, vuole vederci chiaro: ha avviato un'ispezione su 250 ditte fornitrice cinesi, dopo che un'associazione americana, la Chiana Labour Watch che vigila sul diritto del lavoro. ha accusato un fornitore cinese di utilizzare manovalanza minorile. 
Le ispezioni verranno effettuate su 105 ditte cinesi con contratti di esclusiva con Samsung, mentre altre 144 aziende cinesi dovrano fornire una documentazione che provi il loro allineamento alla legislazione sul lavoro. 
Il piano, secondo quanto fa sapere la multinazionale sudcoreana, è "rigoroso" per evitare eventuali violazioni. La prima ispezione verra' effettata da una squadra di 100 addetti a partire dalla fine del mese. La violazione delle norme sul lavoro e' stata monitorata dal China Labor Watch, un'associazione sul diritti del lavoro di New York, la quale ha accusatola HEG Electronics, che assembla cellulari per Samsung nella citta' cinese di Huizhou, di impiegare manodopera di eta' inferiore ai 16 anni. Una revisione iniziale condotta da Samsung ha accertato che nella societa' cinese lavoravano studenti e addetti adolescenti di eta' superiore ai 16 anni. 
Al di là della violazione dei diritti che spesso si osserva in Estremo Oriente, è inevitabile pensare alla enorme battaglia legale ingaggiata in tutto il mondo dal colosso statunitense Apple contro i telefonini Samsung, accusati di plagio di alcuni modelli dell’I-phone

Commenta Stampa
di GB Riproduzione riservata ©