Economia e finanza / Economia

Commenta Stampa

SANFELICE (GIOVANI CONFAPI): PER RIPRESA NECESSARIA PIÙ LIBERTA’ ECONOMICA


SANFELICE (GIOVANI CONFAPI): PER RIPRESA NECESSARIA PIÙ LIBERTA’ ECONOMICA
14/01/2009, 10:01

Secondo lo studio annuale pubblicato oggi dall’Heritage Foundation e dal Wall Street Journal, nel BelPaese pesano corruzione e spesa pubblica. Nella classifica mondiale sulla libertà economica l’Italia scivola dal 64esimo al 76esimo posto, dietro Kirghizistan, Namibia e Madagascar.
Al primo posto si conferma Hong Kong, seguita da Singapore e Australia. Tutti i maggiori Paesi europei si posizionano prima dell’Italia (Irlanda al quarto, Regno Unito è al decimo posto, la Germania è al 25esimo, la Spagna al 29esimo posto e la Francia al 64esimo).
 
«Come rileva anche lo studio dell’Heritage Foundation – ha dichiarato Valentina Sanfelice di Bagnoli - Presidente dei Giovani di Confapi - in Italia pesano troppo la corruzione, la presenza dello Stato nell’economia e la spesa pubblica.
Per avviare una ripresa strutturale è necessario garantire maggiore libertà economica. Bene fa lo Stato a intervenire con provvedimenti eccezionali in momenti di crisi internazionale come quella che stiamo affrontando in questi mesi.
Ma resta un dato di fatto a monte, che vale sempre: lo Stato deve prima di tutto porsi come “amico” della libera iniziativa privata, favorirla.
Invece troppo spesso la malaburocrazia e la farraginosità normativa vanno nella direzione opposta, costituiscono un costo aggiuntivo che scoraggia gli imprenditori italiani e gli investitori stranieri.
Su questo occorre lavorare – ha concluso Sanfelice - spostando l’attenzione dagli interventi a vantaggio della singola azienda alle misure per la competitività di sistema, garantendo in primis efficienza amministrativa e infrastrutture moderne e ben manutenute».

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©