Economia e finanza / Economia

Commenta Stampa

Scajola: Campania, ottimismo per Fiat e Nautica


Scajola: Campania, ottimismo per Fiat e Nautica
14/03/2010, 13:03

Napoli – Il ministro allo Sviluppo Economico Claudio Scajola arriva al Nauticsud pochi minuti dopo l’apertura dei cancelli e subito parla da esperto del settore:
“Sono qui stamattina al Nauticsud , la più importante fiera nautica del meridione e la seconda in Italia e sono anche appassionato di nautica. La mia prima barca è stata un Rio 410 che io stesso ho restaurato. Spero proprio che questa fiera sancisca la ripresa di un settore che ha attraversato un periodo economico difficile”

Sorride e stringe mani il Ministro che viene accolto dal patron del Nauticsud Lino Ferrara e dal presidente della Mostra d’Oltremare Raffaele Cercola che lo accompagnano in una visita ai padiglioni del salone nautico. Lungo il cammino il ministro Scajola, attorniato da giornalisti e cameraman, dichiara subito la sua posizione nei confronti della nautica:
“Daremo incentivi ai settori che non ne hanno avuti negli anni precedenti e la nautica e uno di questi. Stiamo lavorando su un testo complesso e venerdì 19 ci sarà il Consiglio dei Ministri su questi temi con l’obbiettivo di usare le risorse disponibili per incentivare il consumo dei settori in crisi. Il Governo - continua Scajola - da questo punto di vista sta seguendo più binari. Il primo verte sulla costruzione di porti e marine fondamentali per il turismo e lo sviluppo del settore nautico industriale del Mezzogiorno d’Italia; il secondo si pone l’obbiettivo di semplificare il settore nautico e rendere più facile la presenza degli italiani in mare. Infine, si sta lavorando per gli incentivi a favore dei motori fuoribordo e stampi”

Sul tema porti, e relativa progettualità, prontamente il presidente del Nauticsud Ferrara espone, con fotografie alla mano, i progetti preparati dall’associazione Unione Nazionale Armatori da Diporto, che il Ministro apprezza apertamente:
“Sono a favore dei porti turistici e per il porto a Napoli mi sembra una buona idea quella di Via Caracciolo e di Mergellina. In particolare il waterfront di via Caracciolo e di Mergellina sono veramente interessanti – afferma Scajola – poi proprio sul lungomare lo spostamento del verde in avanti è valido, le auto dopotutto possono anche passare dietro la villa. Bravi. I piani e gli investimenti che vengono attuati devono comunque tenere sempre conto della sopportabilità del territorio”.

A chi gli ha chiesto delucidazioni in merito alla vicenda FIAT, il Ministro per lo Sviluppo Economico del Governo Italiano ha risposto che le trattative per gli stabilimenti FIAT di Pomigliano e Pratola Serre sono a buon punto, rinviando il discorso al 30 marzo: data in cui ci si incontrerà al tavolo di discussione, organizzato per affrontare i problemi che affliggono a la Casa Automobilistica Italiana.

“L’ottimismo espresso oggi da Scajola sulle prospettive degli stabilimenti Fiat in Campania fa ben sperare. Ben conoscendo la serietà del ministro per lo Sviluppo Economico, al quale mi lega una lunga amicizia, non ho assolutamente ragione di credere che, tanto per Pomigliano quanto e soprattutto per Pratola Serra, il governo non abbia già un ventaglio minimo di ipotesi soluzioni possibili in tasca”.

Così il Consigliere regionale del Pdl, candidato alle Elezioni Regionali della Campania nella Circoscrizione Avellino, Roberto Castelluccio, per il quale “la presenza del ministro ad Avellino è intanto un segnale importante della grande attenzione del governo Berlusconi per i nostri territori, una presenza che, sono certo, saprà dare i suoi frutti già a breve, nel prossimo tavolo sulla Fma convocato per il 30 marzo prossimo”.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©