Economia e finanza / Economia

Commenta Stampa

250 dollari per dipendente per la grandi aziende

Seattle varia la "Amazon tax" per aiutare i senzatetto


Seattle varia la 'Amazon tax' per aiutare i senzatetto
15/05/2018, 10:09

SEATTLE (USA) - Sta destando molte polemiche la scelta della città di Seattle, negli Usa, di porre una tassa sulle grandi aziende. E' stata chiamata "Amazon tax", che è la più grande azienda che è in città. In pratica, la tassa è di 250 dollari l'anno per ogni dipendente delle aziende che hanno un fatturato superiore ai 20 milioni di dollari. Una tassa quindi senz'altro poco importante, come entità, e che agevola le aziende ad alto contenuto tecnologico (che quindi hanno bisogno di meno personale) rispetto a chi come Amazon punta tutto sullo sfruttamento del lavoro manuale. I soldi che entr4eranno nelle casse comunali (stimati in quasi 50 milioni di euro) verranno utilizzati per l'assistenza ai senza tetto. 

Nonostante questo Jeff Bazos, proprietario di Amazon, ha protestato, definendo la legge "un approccio ostile" e minacciando di ridurre il lavoro nella città licenziando una parte dei loro dipendenti. 

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©