Economia e finanza / Economia

Commenta Stampa

Spending Review ‘incentiva’ il fenomeno dei barellati


Spending Review ‘incentiva’ il fenomeno dei barellati
24/07/2012, 12:05

La Spending Review prevede un massimo di 3.700 posti letto per ogni milione di abitanti. “La Campania ha  meno letti di quelli previsti dal provvedimento varato dal Governo. Si trova, infatti, sotto il limite dei 3,7”, ma non poterà attivare neanche un posto letto nuovo, perpetuando così il fenomeno delle barelle.

Salvatore Altieri, segretario generale della funzione pubblica Cisl Napoli spiega una delle principali motivazioni della manifestazione che si terrà domani 25 luglio contro la Spending Review del Governo. Si tratta di una grande mobilitazione, per essere vicino ai dipendenti pubblici e lavorare con loro alla tutela dei servizi a i cittadini. Nei punti nevralgici del territorio ci saranno i presidi degli esponenti della funzione pubblica della Cisl Napoli. Un volantinaggio che avrà lo scopo di difendere la professionalità e la dignità del valore del lavoro pubblico e di garantire seri livelli di welfare, di protezione sociale e di servizi.

 “La preoccupazione maggiore è per la scure che si potrebbe abbattere sugli ospedali maggiormente a rischio precisamente quelli del presidio dell’Asl Napoli 3 Sud - continua Salvatore Altieri – il presidio ospedaliero di Gragnano rischia la paralisi totale se non la chiusura. Questo comporterebbe un disagio molto forte per l’utenza e per il personale. Una situazione del genere renderebbe il mantenimento dei livelli essenziali di assistenza pericolosi, trasformando di fatto gli ospedali funzionanti, come il San Leonardo di Castellammare di Stabia,  in strutture di frontiera in cui medici e infermieri sarebbero costretti a lottare e fronteggiare le urgenze che si susseguono rapidamente”

 “A Torre del Greco gli effetti della Spending Review si concretizzerebbero, invece, nel definitivo impoverimento dell’ospedale Maresca, mentre all’ospedale di Pollena questo timore sembra già essersi concretizzato con la chiusura delle attività di pronto soccorso e della gran parte delle attività di degenza e di diagnosi. – aggiunge il segretario della Cisl fp Napoli

“Nel momento concitato rientra anche la riorganizzazione delle pubbliche amministrazioni, dove il confronto diventa necessario più che mai. Il nostro intento - continua Altieri, riferendosi al volantinaggio di domani - è quindi quello di realizzare un percorso bilaterale con i professionisti del pubblico ed i cittadini puntando a servizi accessibili a tutti ed effettuando tagli mirati alla spesa inutile e non a quella che produce servizi essenziali erogati, sempre con più difficoltà per la mancanza di risorse umane ed economiche, dagli Enti locali, dalle Aziende sanitarie e dagli Enti centralizzati dello Stato”.

 

Questi i punti dove saranno installati presidi Cisl Fp Napoli:

 

Centro commerciale Quarto Ipercoop

Centro commerciale Pompei  La Cartiera

Centro commerciale Giugliano Auchan

Zona commerciale Torre del Greco Via Veneto

Beni culturali/Museo Scavi di Pompei

Piazza Dante Napoli

Piazza Plebiscito Napoli

Stazione centrale di Napoli

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©