Economia e finanza / Economia

Commenta Stampa

Quaranta km di asfalto costruite su terreno franoso

Spese da 60milioni e la Strada d'oro rischia di crollare

Autobus e macchine rischiano ogni giorno

Spese da 60milioni e la Strada d'oro rischia di crollare
09/09/2011, 18:09

 Pericolosa, instabile e dai costi innumerevoli , la strada del Medio Savuto, che tutti ormai conoscono come la “la Strada d’oro” o la “mangiasoldi”, rappresenta il simbolo della vergogna della Calabria. La costruzione dei 4 km di asfalto, destinata a collegare la provincia di Cosenza a quella di Catanzaro, ebbe inizio nel 1990, anno della vincita dell’appalto. Dall’ora la cifra “ rubata” alle risorse pubbliche è arrivata a 6o milioni di euro , per non contare le spese legali che devono essere versate ogni anno per gli infiniti contenziosi che sono sorti in tutti questi anni.
Per dare un idea, l’ultima parcella che la Comunità Montana ha dovuto pagare è stata di 140 mila euro.
“Ci sono numerose problematiche tecniche che impediscono l'esecuzione dell'appalto” questo è stato quello che l’impresa appaltatrice ( una ATI composta da Italstrade, Impregilo e Bocoge) avrebbe scritto quando giunse il momento di iniziare a scavare. IL problema reale era ed è legato al fatto che, il primo lotto, quello che collega il Comune di Marzi e quello di Carpanzaro , si trova su un terreno altamente franoso.
Nel coso di questi anni i lavori della strada sono stati soggetti più volte a rinvii e sospensione , in un secondo momento la Medio Savuto venne affidata ad un pool di imprese locali che terminarono lavori “alla meno peggio “ ricorda l’ex sindaco di Marzi, Rodolfo Aiello. Successivamente la strada fu aperta al passaggio ma ben presto venne richiusa a causa delle terreno franoso, e scistoso che facevano crollare pezzi della costruzione .
La storia però continua e oggi è stato spianato un altro percorso lungo il quale è presente un traliccio in procinto di cadere. Ogni giorno autobus scolastici e auto passano per quella strada dove è visibile , anche d occhio nudo , il terreno che scivola via ad ogni passaggio.

Commenta Stampa
di Alessia Tritone
Riproduzione riservata ©