Economia e finanza / Economia

Commenta Stampa

Spesometro, obbligo di comunicazione dati all’Agenzia delle Entrate


Spesometro, obbligo di comunicazione dati all’Agenzia delle Entrate
31/10/2013, 17:21

La Lepre Group rammenta che i titolari di Partita IVA che nel corso del 2012 hanno effettuato operazioni ai fini dell’Iva pari a o superiori a 3.000 e operazioni Iva per le quali non vi è l’obbligo di emissione fattura pari o superiori a 3.600 euro al lordo dell’imposta applicata sono obbligati, entro il 12 novembre per i contribuenti mensili e al 21 per gli altri, a comunicare all’Agenzia delle Entrate tali operazioni con lo Spesometro rispettando specifiche istruzioni e modalità.
I soggetti i passivi di Iva che effettuano cessioni di beni e prestazioni di servizi sul territorio italiano devono, infatti,indicare nell’elenco clienti e fornitori, per ciascuna operazione rilevante ai fini IVA:
• Numero partita IVA o Codice fiscale del cedente/prestatore e del cessionario/committente

• Importo delle operazioni effettuate, con la relativa imponibile e imposta, oppure, andrà specificato che si tratta di operazioni non imponibili o esenti
• Per le operazioni senza obbligo di emissione fattura: vanno riportati i corrispettivi comprensivi dell’IVA applicata
• Per le operazioni effettuate nei confronti di soggetti non residenti, privi di codice fiscale, vanno indicati o se persone fisiche: cognome e nome, luogo e data di nascita e domicilio all’estero o se soggetti diversi dalle persone fisiche: denominazione, ragione sociale e sede legale. (Fonte: Lepre Group)

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©