Economia e finanza / Mercati

Commenta Stampa

Colpiti soprattutto i titoli a medio termine

Spread verso quota 300, poi ripiega


Spread verso quota 300, poi ripiega
29/05/2018, 10:47

MILANO - Pessima giornata per i titoli di Stato italiani. I mercati infatti non hanno nascosto la loro diffidenza nella possibilità che Carlo Cottarelli possa avere una maggioranza in Parlamento, col governo che sta costruendo. E hanno mandato alle stelle lo spread. Quello sui Btp a 10 anni è salito fino a oltre quota 200, ma è stato interessante il fatto che lo spread che è salito di più è stato quello sui Btp a due anni. Uno spread che fino a due settimane fa era intorno allo zero e che ieri era già intorno a 150, mentre oggi è volato a 285, prima di ripiegare a 240. E' significativo questo andamento, perchè significa che i mercati sono preoccupati nel medio periodo, per intenderci relativamente a questo Parlamento; non tra 10 anni, quando ci sarà stata almeno una elezione di mezzo. 

Questo ha provocato un calo dell'indice di Piazza Affari, arrivato a -3,24%, a causa anche del calo delle banche, che attualmente attraversano un brutto periodo in Borsa. 

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©