Economia e finanza / Economia

Commenta Stampa

Presidente interviene all’assemblea di Confitarma

Squinzi: “ E’ arrivato il momento di cambiare marcia”


Squinzi: “ E’ arrivato il momento di cambiare marcia”
04/10/2012, 20:13

“È arrivato il momento di cambiare passo in maniera decisa, dobbiamo imprimere una svolta alla situazione attuale”. Sono queste le parole di Giorgio Squinzi, presidente di Confindustria, intervenendo all'assemblea di Confitarma. “Possiamo, anzi dobbiamo essere ambiziosi e puntare a un ritmo di crescita robusto, robusto, almeno il 2% l'anno: traguardo difficile ma non impossibile. È arrivato il momento di cambiare il passo in modo deciso: credo che l'Italia abbia tutte le potenzialità per tornare a crescere. Ci aspettiamo risultati concreti dal provvedimento semplificazioni che il governo si appresta a varare” – continua Squinzi.
Il presidente di Confindustria ha poi puntato la sua attenzione sulla produttività dichiarando: “Dobbiamo cercare di dare una risposta comune entro il 18 ottobre  perché in quella data il presidente del Consiglio Monti va in Europa. Ora siamo impegnati sulla produttività - ha ribadito Giorgio Squinzi - e stiamo cercando una risposta condivisa con le parti sociali”.
A  chi gli chiedeva se fosse preoccupato per un eventuale passaggio di Ansaldo Energia ai tedeschi della Siemens, Squinzi ha risposto: “Io non sono preoccupato per la nazionalità del capitale, sono preoccupato perché devono rimanere in Italia il cervello e le braccia”.
A margine dell'assemblea di Confitarma, il leader di Confindustria ha sottolineato: “Tutto va bene se braccia e cervello rimangono in Italia”.

Commenta Stampa
di Erika Noschese
Riproduzione riservata ©