Economia e finanza / Economia

Commenta Stampa

Urgenza riforme nei settori lavoro e fisco

Standard & Poor's conferma rating “BBB” per Italia

Meccanismo di trasmissione monetaria "indebolito”

Standard & Poor's  conferma rating “BBB” per Italia
13/12/2013, 10:30

MILANO  - L’agenzia Standard & Poor's ha confermato stamane la sua valutazione sull'Italia con un rating a lungo termine “BBB” e l'outlook che rimane negativo. "Il rating resta costretto dalla nostra visione di prospettive di crescita che rimangono deboli, mentre il carico di debito netto generale dello Stato continua ad essere tra i più alti tra tutti quelli su cui abbiamo un rating" si legge nella nota di S&P, che cita inoltre un meccanismo di trasmissione monetaria "indebolito", che ha portato ad una forte stretta delle condizioni creditizie per il settore privato italiano, e il rischio di un "marcato" deterioramento delle condizioni esterne di finanziamento legato al peggioramento della situazione del settore finanziario. S&P torna a sottolineare l'urgenza delle riforme nei settori del lavoro, dei servizi, dell'energia e del fisco ma "resta incerta" sulla possibilità che tali riforme possano essere realizzate nel 2014 e nel 2015, in relazione anche a quale sarà l'evoluzione del quadro politico ed elettorale.

Commenta Stampa
di Rosario Scavetta
Riproduzione riservata ©