Economia e finanza / Economia

Commenta Stampa

Su Lisbona può aver pesato la caduta del governo

Standard&Poor's taglia il rating per Portogallo e Grecia


Standard&Poor's taglia il rating per Portogallo e Grecia
29/03/2011, 16:03

Manca la fiducia per Portogallo e Grecia, secondo l'agenzia di rating Standard & Poor's, che ha di nuovo tagliato il rating per entrambi i Paesi. La Grecia è passata da BB+ a BB-; sono valutazioni che indicano i cosiddetti junk-bonds, cioè titoli spazzatura. Cioè titoli il cui investimento non è considerato sicuro, anche se le remunerazioni possono essere alte. Il Portogallo invece è sceso da BBB a BBB-, che è l'ultimo gradino prima dei junk-bonds. In questo caso, ad aver influito è probabile che sia stata la caduta del governo, dopo le dimissioni del premier, avvenuto proprio perchè il Parlamento non ha approvato la legge di tagli proposta dal governo. L'unica cosa positiva è che il Portogallo è stato tolto dalla lista Creditwatch con implicazioni negative. E' una lista di Paesi in cui, oltre ad esserci un outlook negativo, c'è la forte probbabilità di un prossimo taglio al rating. Insomma, è una sorta di lista dei condannati. Il fatto di non esserci, significa che c'è un po' di tempo per recuperare. Ma il Portogallo può riuuscirci? Le previsioni non sono buone: nel 2011 si prevede un calo del Pil dell'1,4%, al netto di eventuali altre manovre economiche. Manovre che sono da fare, perchè il debito pubblico sta salendo rapidamente, con un tasso di interesse sui titoli di Stato che è giunto intorno all'8%.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©