Economia e finanza / Economia

Commenta Stampa

STAZIONE TAV DI NAPOLI-AFRAGOLA: DECISI IL POTENZIAMENTO DELL’ACCESSIBILITA’ STRADALE E LA REALIZZAZIONE DI UNA NUOVA FERMATA DELLA METROPOLITANA REGIONALE


STAZIONE TAV DI NAPOLI-AFRAGOLA: DECISI IL POTENZIAMENTO DELL’ACCESSIBILITA’ STRADALE E LA REALIZZAZIONE DI UNA NUOVA FERMATA DELLA METROPOLITANA REGIONALE
03/11/2008, 16:11

 

L’assessore regionale ai Trasporti, Ennio Cascetta, ha incontrato oggi presso la sede dell’Assessorato il sindaco di Afragola, Vincenzo Nespoli, assieme ai rappresentanti dell’Assessorato regionale all’Urbanistica, delle Ferrovie dello Stato (Rfi, Tav e Italferr) e della società Autostrade per l’Italia, per discutere delle questioni legate alla futura attivazione della stazione dell’Alta velocità-capacità ferroviaria di Napoli-Afragola in corso di realizzazione.

 

Al termine della riunione si è deciso quanto segue:

 

·        La realizzazione di una nuova fermata del sistema di metropolitana regionale sulla variante di Acerra (linea Napoli-Cancello) - non distante dalla stazione della Tav di Napoli-Afragola - che sarà a servizio del polo commerciale situato in quell’area. La decisione di realizzare questa nuova fermata – richiesta dal comune di Afragola – si basa su uno studio di fattibilità elaborato dalle Ferrovie e presentato oggi.

 

·        La realizzazione di uno studio di fattibilità da parte dell’EAV (Ente Autonomo Volturno), finanziato con 140mila euro di fondi regionali, per valutare gli interventi di potenziamento e miglioramento della accessibilità stradale della stazione della Tav di Napoli-Afragola e degli altri insediamenti previsti nell’area (Parco scientifico-tecnologico, polo fieristico, etc.).

 

“Grazie a questa riunione – dichiara l’Assessore Cascetta abbiamo fatto un importante passo in avanti per garantire un’adeguata accessibilità alla futura stazione di Napoli-Afragola e agli insediamenti previsti nell’area, e per realizzare un’altra fermata della metropolitana regionale, che consentirà anche di ridurre i flussi di traffico veicolare sulle strade di accesso al polo commerciale situato in zona.

 

“Due interventi coerenti con la strategia che abbiamo da sempre utilizzato nella realizzazione delle infrastrutture di trasporto, che prevede un intenso lavoro di concertazione con i territori interessati, per giungere a scelte condivise e il più possibile in grado di soddisfare le richieste e le esigenze delle comunità locali, e interventi di riqualificazione urbanistica, nonché di miglioramento della viabilità e dell’accessibilità delle aree vicine alle stazioni e alle fermate del sistema”.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©