Economia e finanza / Economia

Commenta Stampa

Sviluppo: vertici Confindustria incontrano Bassolino e Marone


Sviluppo: vertici Confindustria incontrano Bassolino e Marone
29/07/2009, 20:07

Il presidente della regione Campania Antonio Bassolino e l’assessore alle Attività produttive Riccardo Marone hanno incontrato a Palazzo S. Lucia il presidente di Confindustria Campania Giorgio Fiore e il presidente della Piccola industria regionale Bruno Scuotto per discutere di politiche di sviluppo industriale.

Gli imprenditori hanno presentato a Bassolino un documento con alcune proposte nei settori dei prodotti a elevata innovazione tecnologica. Le proposte sono frutto del lavoro di un tavolo di confronto tra grandi imprese e aziende dell’indotto aperto presso Confindustria Campania nelle ultime settimane.

Nello specifico, il documento presentato contiene una serie di proposte finalizzate a innalzare il livello di competitività delle imprese, mettere a sistema le competenze, a conquistare nuove fette di mercato, garantendo così sviluppi occupazionali. Questi i settori interessati:
 Automotive: puntare sulla riduzione dei consumi e sull’alleggerimento veicolo, anche attraverso lo sviluppo di motorizzazioni ibride ed a bassissime emissioni
 Ferrotranviario: messa a sistema dell’esperienza maturata dalle aziende del territorio campano nel campo delle infrastrutture
 Aeronautico: produzione di un nuovo modello di velivolo regionale, come successore dell’ATR.
“Le proposte presentante da Confindustria Campania sono una base fondamentale per progettare lo sviluppo industriale della nostra regione nei prossimi mesi e nei prossimi anni. La Regione farà la sua parte per rendere al più presto operativi i progetti. Contiamo di rivederci subito dopo la pausa estiva coinvolgendo anche le parti sindacali in questa importante partita per il rilancio dell’economia e dell’occupazione regionale”, ha dichiarato il presidente Bassolino.

“Il manifatturiero campano – ha sottolineato Fiore nel corso dell’incontro – si contraddistingue per la presenza di numerose eccellenze nei settori dell’automotive, del ferrotranviario e dell’aeronautico, dove alcune grandi aziende alimentano un significativo indotto regionale di PMI. Abbiamo individuato alcuni possibili strumenti sui quali auspichiamo che nei prossimi mesi possa svilupparsi un proficuo confronto, come è avvenuto durante l’incontro di questo pomeriggio, all’interno di specifici tavoli settoriali presso i singoli assessorati di riferimento”.
“La condivisione di linee strategiche tra grandi imprese e aziende dell’indotto – ha aggiunto Bruno Scuotto – costituisce una rilevante novità, che fa ben sperare nella costruzione di un percorso proficuo per lo sviluppo del nostro tessuto produttivo”.
 

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©