Economia e finanza / Economia

Commenta Stampa

Il Pil pro capite è la metà di quello del Nord

Svimez: al Sud 1 su 6 vive con meno di 1000 euro al mese


Svimez: al Sud 1 su 6 vive con meno di 1000 euro al mese
20/07/2010, 13:07

NAPOLI - Un rapporto desolante e che distrugge qualsiasi illusione, quello fatto dallo Svimez a proposito della situaizone economica del Sud Italia. I dati sono del 2007, cioè di prima della crisi, eppure già allora ben il 14% dei metridionali doveva vivere con meno di 1000 euro al mese. La metà delle famiglie ha un solo stipendio come entrata, mentre il 12% deve mantenere almeno tre persone, un dato che è quattro volte superiore al centro-Nord. In Campania questo dato arriva al 16,5%. Oltre il 30% dei cittadini meridionali sono a rischio povertà: quasi 7 milioni di persone, oltre il 10% della popolaizone italiana.
I dati continuano a peggiorare: una famiglia su 4 non ha i soldi per andare dal medico, una su due non può affrontare una spesa di 750 euro. Una famiglia su tre non ha i soldi per pagare i vestiti, una su sei ha pagato in ritardo le bollette. L'8% non ce l'ha fatta a comprare il cibo necessario, il 21% non ha potuto riscaldare la casa d'inverno.
Se passiamo ai dati macroeconomici, nel 2009 il Pil del Sud Italia è calato del 4,5%, dopo il -1,5% del 2008. Il Pil pro capite è pari a 17.317 euro per un cittadino meridionale, contro i 29.449 euro del cittadino settentrionale. I disoccupati sono cresciuti molto più al nord che al sud, ma con una disoccupazione superiore al 35% è difficile che possa ulteriormente aumentare. In realtà nell'occupazione meridionale c'è una zona grigia che non viene mai visualizzata nelle statistiche: si tratta di persone che lavorano pur risultando disoccupate; oppure di persone che risultano regolarmente alle dipendenze di qualche ditta, ma che lavorano più ore di quelle previste dai contratti oppure incassano cifre inferiori come stipendio.
Poi c'è il dato emigrazione: nel 2009 114 mila persone si sono trasferite al centro-nord per trovare lavoro, per lo più in Lombardia o in Emilia Romagna; nel 2008 erano 122 mila. La regione da cui più persone sono andate via, nel 2009, è stata la Campania, con 34 mila emigranti. Solo il 10% va all'estero, con preferenza per la Germania. Ed anche questi dati la dicono lunga sulla situazione economica al sud Italia.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©