Economia e finanza / Economia

Commenta Stampa

"Il governo non parteggia per nessuno" dice Letta

Telecom, bocciata revoca Cda


Telecom, bocciata revoca Cda
20/12/2013, 20:05

ROMA- Telecom ha deciso di non revocare il consiglio di amministrazione con il 50,3% dei voti dei soci. Il 42,3% ha votato a favore mentre il 7,4% si è astenuto. I temi degli interventi in assemblea sono stati il conflitto d'interessi, governance e vendita di Telecom Argentina.

Marco Fossati ha chiamato a raccolta gli azionisti e ha dichiarato: "Se la revoca non passerà, ci saranno modalità diverse, fuori dall’assemblea per tutelare gli interessi di tutti i soci".

Il vicepresidente dell’associazione dei piccoli azionisti Asati, Maurizio Matteo Dècina ha parlato del dossier Tim Brasil e l’ipotesi di vendita:"Se Tim Brasil fosse ceduta a 9 miliardi l’incasso netto sarebbe di 4,5 milioni, ovvero gli utili che la società maturerà in 10 anni. Quindi l’operazione è dannosa e non conviene vendere Tim Brasil a meno di 12 miliardi. Senza contare che per l’Italia ci sarebbe una perdita tra 7 e 10 miliardi di euro di Ebit".

"Il governo non parteggia per nessuno dei giocatori in campo e ritengo che nemmeno il Parlamento debba fare norme che favoriscano uno o l’altro" ha affermato invece in mattinata il premier Enrico Letta, da Bruxelles, sottolineando però che l’esecutivo vigilerà affinché gli investimenti sulla rete siano i più ingenti possibile

Commenta Stampa
di Flavia Stefanelli
Riproduzione riservata ©