Economia e finanza / Economia

Commenta Stampa

TESS: FUKSAS SARÀ INTERPELLATO PER IL COORDINAMENTO ARCHITETTONICO DI CASTELLAMMARE E DELLA COSTA DEL VESUVIO


.

TESS: FUKSAS SARÀ INTERPELLATO PER IL COORDINAMENTO ARCHITETTONICO DI CASTELLAMMARE E DELLA COSTA DEL VESUVIO
05/11/2008, 08:11

All’architetto Massimiliano Fuksas, già incaricato della progettazione del waterfront del porto di Marina di Stabia, sarà chiesto di interessarsi anche del coordinamento dell’integrazione architettonica tra lo stesso porto e la città di Castellammare di Stabia nonché, successivamente, di tutto il progetto inerente la riqualificazione della Costa del Vesuvio.

La decisione è stata presa nel corso del tavolo per le politiche territoriali integrate di Castellammare di Stabia ospitato oggi dalla sala giunta della Regione Campania, nel corso del quale è stato chiesto al presidente della Tess – Costa del Vesuvio Spa Leopoldo Spedaliere di verificare la disponibilità dell’architetto romano.
Una proposta, questa, che sia Leopoldo Spedaliere che il sindaco di Castellammare di Stabia Salvatore Vozza, anch’egli presente alla riunione, hanno accolto con particolare entusiasmo e che nei prossimi giorni sarà quindi formalizzata all’architetto romano.
La riunione faceva seguito alle decisioni, assunte nel corso del “Tavolo Città” costituito tra i 20 comuni (compresa Napoli) con oltre 50 mila abitanti, di realizzare una programmazione unitaria regionale in grado di interfacciarsi direttamente con i bisogni e la programmazione del territorio. Quello di Castellammare è stato il primo tema affrontato.
Nel corso dell’incontro, al quale erano presenti il presidente della Regione Campania Antonio Basolino, gli assessori regionali ai Trasporti Ennio Cascetta, alle Attività Produttive Andrea Cozzolino, all’Urbanistica Gabriella Cundari e alle Politiche sociali Lilly de Felice, il sindaco di Castellammare Salvatore Vozza, il presidente della Tess Leopoldo Spedaliere e il capo di Gabinetto della Giunta regionale Maria Grazia Falciatore, è stato fatto il punto sui singoli progetti, sul loro stato di avanzamento e sulle esigenze di completamento e di sviluppo.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©