Economia e finanza / Economia

Commenta Stampa

TESS: REGIONE CAMPANIA FINANZIA MONASTERO DI SAN NICOLA DEI MIRI


TESS: REGIONE CAMPANIA FINANZIA MONASTERO DI SAN NICOLA DEI MIRI
30/07/2008, 08:07

Con la prima tranche di fondi europei, la Regione Campania finanzia la rifunzionalizzazione del monastero di San Nicola dei Miri a Gragnano, che si inquadra in un più generale programma di risanamento e di riqualificazione della zona pedemontana e montana dei comuni di Gragnano, Casola di Napoli, Pimonte e Lettere, un’area estremamente ricca di valori storici, archeologici ed ambientali di cui la struttura rappresenta il riferimento territoriale più antico e suggestivo.

L’iniziativa, finanziata con 14 milioni di euro nell’ambito del Parco progetti della Regione Campania, ha come finalità principale quella di recuperare a nuove funzioni una struttura di pregio attualmente fortemente degradata, valorizzando “i caratteri originari” del manufatto recuperando completamente l’impianto nelle originarie forme.
Ciò sarà fatto con un prudente intervento di integrazione rivolto alle istanze storico-critiche ed estetiche, ed evitando arbitrarie ricomposizioni stilistiche.
Il monastero dunque diventerà una struttura turistica e culturale polifunzionale, dotata di luoghi di accoglienza e di ristorazione ed in grado di ospitare eventi culturali e di spettacolo tali da renderlo il cuore pulsante dell’area. La matrice culturale che caratterizzerà le attività che si insedieranno nel Monastero restaurato è composta da diverse dimensioni, tra cui è possibile indicare in prima approssimazione:
- l’elaborazione di cultura legata ai giacimenti enogastronomici dell’area;
- l’elaborazione e la distribuzione di cultura legata alla formazione professionale.
Di non minore importanza è la riqualificazione e valorizzazione dei siti storico/ambientali e dei relativi percorsi limitrofi all’area d’intervento ( valle dei mulini, valle delle lavatoie e Pino, valle del botto dell’acqua) che è parte integrante dell’intero progetto.
Soddisfatto il sindaco di Gragnano Michele Serrapica che ha così commentato l’iniziativa: “Nell’apprendere la notizia che il restauro del monastero di San Nicola dei Miri è stato ammesso al finanziamento – ha detto – l’amministrazione comunale e l’intero paese sono inorgogliti nel vedere finalmente avviato il recupero di un gioiello architettonico. Oggi più che mai il connubio con la Tess e la collaborazione con l’assessore regionale alle attività produttive Andrea Cozzolino dovranno far sì che in breve tempo inizino i lavori per dare concretezza allo sviluppo complessivo dell’intera area della Valle dei Mulini”.
“La notizia dell’ammissione a finanziamento del progetto di recupero del Monastero di San Nicola dei Miri -dichiara il presidente della Tess Costa del Vesuvio Leopoldo Spedaliere - gratifica la società rispetto al lavoro svolto e conferma il forte impegno, più volte ribadito nel corso di questi anni, sulla necessità di valorizzare l’ambiente naturale e le risorse architettoniche del territorio. Operando in particolar modo per la rifunzionalizzazione di aree dismesse che, da elemento di degrado, diventano importanti fattori di sviluppo economico, sociale e culturale.” 

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©