Economia e finanza / Economia

Commenta Stampa

Le previsioni di crescita fatte dal ministro dell’Economia

Tremonti : “Nel 2010 l’Italia crescerà dell’1%”


Tremonti : “Nel 2010 l’Italia crescerà dell’1%”
19/01/2010, 21:01

Buone notizie per l’economia italiana. Nel 2010 le previsioni di crescita si aggirano intorno all’1%. Questa la stima contenuta nel programma di stabilità  che l'Italia presenterà a Bruxelles entro fine mese. Lo ha anticipato il ministro dell'Economia Giulio Tremonti nel corso della riunione dell'Ecofin. Tuttavia lo stesso Tremonti non nasconde un certo scetticismo sulle previsioni. “Purtroppo –sottolinea il ministro- siamo costretti a dover fare previsioni per il 31 dicembre 2010: c'e' chi ci crede e chi è obbligato a farlo, noi siamo costretti a farlo”. Il titolare del dicastero di via XX settembre ha quindi dichiarato che l'Italia potrebbe "ricominciare a mettere il veto sulle questioni fiscali" se non verrà fatta chiarezza sulla cosiddetta "euroritenuta". “E' necessario fare un rapporto sull'efficienza dell'euroritenuta: -ha spiegato Tremonti- c'e' una forte asimmetria fra i flussi finanziari ufficiali e quanto i singoli stati effettivamente trattengono”. Il ministro, cambiando argomento, ha poi parlato del programma per i prossimi due anni e mezzo presentato dal neorieletto presidente dell'Eurogruppo Jean-Claude Juncker affermando che "è un buon programma, noi lo abbiamo votato e lo sosteniamo". Infine, riferendosi alla ripresa economica del Vecchio Continente il ministro, sembra convinto che all'Europa serva un nuovo motore per lo sviluppo. A suo avviso quello che nei decenni della seconda metà del secolo scorso è stato rappresentato dall'industria dell'auto, ora potrebbe venire dai settori dell'energia e dell'ambiente, da sostenere anche con interventi misti  di pubblici e di privati. “Abbiamo bisogno di un nuovo driver per lo sviluppo - ha concluso Tremonti - come l'energia, l'ambiente, da finanziare con strumenti nuovi, anzi vecchissimi”.

Commenta Stampa
di Elisa Scarfogliero
Riproduzione riservata ©