Economia e finanza / Economia

Commenta Stampa

Il Ministro in audizione conferma quello che si sapeva

Tria: "L'aumento dell'Iva a fine anno è confermata"


Tria: 'L'aumento dell'Iva a fine anno è confermata'
17/04/2019, 09:23

ROMA - Audizione sul Def (Documento di economia e finanza) del Ministro dell'Economia Giovanni Tria. Il quale ha confermato quello che già si sapeva: "La legislazione vigente in materia fiscale è confermata in attesa di definire, nei prossimi mesi, misure alternative", specificando che "lo scenario tendenziale incorpora gli incrementi dell'Iva e delle accise dal 2020-2021". Il che, tradotto dal burocratese, significa che non solo questo governo non intende sterilizzare gli aumenti dell'Iva di 23 miliardi previsto per il 2020, ma neanche quello di 29 miliardi e mezzo previsto per il 2021. Aumenti che provocheranno a detta di tutti gli esperti un crollo dei consumi 

L'unico dato positivo a cui si è aggrappato Tria è stato l'aumento di produzione di gennaio e febbraio, in totale circa 2 punti percentuali. E ha espresso la convinzione che quell'aumento continuerà nel corso dell'anno. Tria però ha anche detto che il livello dello spread è elevato e questo costerà al bilancio dell'Italia. 

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©