Economia e finanza / Economia

Commenta Stampa

Nuovo attacco a Pechino

Trump minaccia dazi sulla Cina per 200 miliardi di dollari


Trump minaccia dazi sulla Cina per 200 miliardi di dollari
19/06/2018, 09:27

WASHINGTON (USA) - Non bastano al presidente statunitense Donald Trump i dazi finora messi sui prodotti cinesi. Ieri sono stati annunciati nuovi dazi del 10% su prodotti per un valore di 200 miliardi di dollari. Il tutto spiegato in un comunicato: "Venerdì scorso annunciavo i dazi su 50 miliardi di importazioni dalla Cina. Questi dazi vengono introdotti per spingere la Cina a cambiare i suoi comportamenti scorretti sulla tecnologia e l'innovazione. Sono anche un primo passo per riequilibrare la nostra relazione commerciale. Purtroppo la Cina ha reagito con dazi su 50 miliardi di esportazioni americane. A quanto pare la Cina non ha l'intenzione di modificare le sue pratiche scorrette, e invece minaccia aziende, lavoratori e agricoltori americani che non hanno fatto nulla di male. Siamo noi in una situazione di svantaggio permanente e ingiusto, che si riflette nel disavanzo commerciale di 376 miliardi. Questo è inaccettabile. Si rende necessaria una nuova azione per spingere la Cina ad aprire il suo mercato. Pertanto, oggi ho dato ordine al responsabile del Commercio estero di identificare un elenco di altre importazioni dalla Cina per un valore di 200 miliardi annui, a cui si applicheranno dazi aggiuntivi del 10%". 

L'unica differenza rispetto al solito è che ormai la Cina ha messo i dazi quasi su tutti i prodotti americani che vengono importati. C'è ancora poco che può essere colpito da dazi. Ma resta il blocco delle importazioni.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©