Economia e finanza / Economia

Commenta Stampa

Sono le conseguenze dello scandalo sulla corruzione

Turchia: la Banca centrale alza il tasso dal 7,75 al 12%


Turchia: la Banca centrale alza il tasso dal 7,75 al 12%
29/01/2014, 10:02

ANKARA (TURCHIA) - Nella notte il Board della Bct (Banca centrale della Turchia) ha deciso un aumento del tasso di sconto, che quasi raddoppia: dal 7,75% al 12%. Una scelta dovuta al tentativo di combattere l'inflazione, il deprezzamento della lira turca sui mercati internazionali ed attirare investitori stranieri.

Infatti negli ultimi giorni la lira turca è stata fortemente deprezzata a causa dello scandalo corruzione che ha toccato da vicino i membri del governo. Questo ha scatenato il timore di una crisi politica nel Paese, cosa che ha reso più instabile e vittima delle speculazioni dei mercati la lira turca. Con questa manovra, la Bct vuole tentare di richiamare più investitori stranieri in Turchia e contemporaneamente stabilizzare il cambio della propria moneta rispetto alle principali valute internazionali. Questo allo scopo di fermare l'inflazione che sta aumentando sempre di più.

Anche l'India sta tentando la stessa strada, mentre la Cina, che a suo tempo ha ancorato lo yuan al dollaro, ha ripiegato su una politica monetaria espansiva, facilitando la possibilità di avere prestiti dalle banche.  

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©