Economia e finanza / Mercati

Commenta Stampa

Tutto sul rame e sulla sua quotazione attuale


Tutto sul rame e sulla sua quotazione attuale
23/11/2018, 13:38

Non possiamo negare che negli ultimi anno il numero di furti di rame sia incrementato vertiginosamente: ciò stimola a riflettere su quanto valga effettivamente il prezioso rosso al kg. Qual è la sua quotazione attuale? Conviene investire sul rame usato?

In questa guida scopriamo tutte le caratteristiche, gli aspetti riguardanti il prezzo del rame e le sue prospettive.

 
Rame: qual è il suo prezzo?

Si sa il rame, come l’oro, il platino e l’argento è tra i metalli preziosi e le commodities può gettonate e predilette dai trader che hanno capitali da investire.

Negli ultimi anni, non è difficile assistere ai furti di rame e, questi continui episodi divenuti all’ordine del giorno, ci portano a sviluppare alcune interessanti riflessioni sul prezzo del rame.

Qual è la sua quotazione? Quanto costa acquistare 1 grammo di rame? Sempre più investitori puntano a guadagnare su un eventuale “rialzo” o “ribasso” della quotazione del rame.

Dagli ultimi dati aggiornati, un’oncia di rame, circa 28 grammi, ha una quotazione di circa 2,7922$ e la sua quotazione per 1kg di rosso oscilla dai 5 € ai 7 € al kg.

Come per ogni altra materia prima, il prezzo del rame al kg può subire fluttuazioni e variazioni repentine a causa di diversi fattori che incidono sulla qualità del prezioso.

Inoltre, non dobbiamo dimenticare che è possibile optare per l’acquisto e l’investimento sia di “rosso” nuovo di zecca che di rame usato, acquistabile presso i compro oro o altri esercenti professionisti specializzati nella compravendita di preziosi.

Anche la domanda, ovvero la richiesta di rame, ha un impatto determinante sulla determinazione del prezzo del metallo.

In linea generale, senza fare distinzioni tra rame puro o rame usato, a seconda delle caratteristiche qualitative del prezioso, la quotazione del rame può oscillare da 1 € al Kg (per quello meno pregiato) ad un massimo di circa 7/8 euro al kg (per quello puro).

Sebbene, fino ad un recente passato, il trend della quotazione del rame sia stata piuttosto negativa, a partire dallo scorso anno il trend si è invertito e il prezzo del rame ha subito un’impennata del 30%.

Cosa dicono gli esperti in merito alla possibile quotazione “rialzista” del prezioso rosso? In effetti, dalle analisi e dalle previsioni prospettiche degli analisti sembra che il prezzo del rame sia destinato a crescere nel proprio biennio.

Pertanto, è il momento propizio per iniziare a pianificare il proprio investimento nel rame puro che usato.

 
Prezzo del Rame: che cos’è il London Metal Exchange?

Arrivati a questo punto della nostra guida dedicata alla quotazione del rame, non possiamo non citare il fatto che, se si vuole rimanere aggiornati sul prezzo del prezioso, è necessario seguire oculatamente il London Metal Exchange o LME.

Che cos’è l’LME? Si tratta di una “piazza”, ovvero una borsa dove si scambiano metalli non ferrosi, come il rame per l’appunto.

Ad esempio, sul London Metal Exchange è pubblicata anche la quotazione del rame nei cavi che ha validità annuale: 5.500,00 euro per tonnellata di rame (ultimo aggiornamento 27 ottobre 2018).

Su Internet è possibile seguire le quotazioni LME differite di 24 ore, e ci sono diversi software come Metal Radar che forniscono in tempo reale informazioni sulle quotazioni dei principali metalli oggetto di trading (rame, alluminio, piombo, zinco, cobalto, etc. etc.).

In questo modo, grazie ad una semplice connessione alla Rete Internet, è possibile rimanere aggiornati sul prezzo del rame.

Basta accedere alle informazioni dal proprio pc, notebook, tablet, smartphone ovunque ci si trovi, senza vincoli geografici e temporali.

 

Rame usato: un vero “tesoretto”?

Come abbiamo già avuto modo di sottolineare oggi c’è un trend in forte crescita che non bisogna sottovalutare: compravendere il rame usato.

In buona sostanza, questa materia prima può essere acquistata e rivenduta ad un prezzo davvero allettante per chi decide di investire sul prezioso “rosso”.

Tuttavia, bisogna tenere conto che il prezzo del rame usato si deprezza nel caso di deterioramento ed ossidazione.

Nel gergo tecnico, si parla di rame “sporco”: si pensi, ad esempio, ai cavi elettrici in rame vendute con guaine protettive.

Il prezzo del rame “sporco” oscilla intorno a 1,50 euro al Kg, e si deprezza ulteriormente nel caso di prezioso commercializzato con il verderame.

Tutt’altro discorso per il rame “pulito” che può essere venduto in barre o tondini: in questi casi la sua quotazione può raggiungere anche gli 8/9 euro al Kg.

 

Dove compravendere rame usato?

Basta affidarsi a validi professionisti specializzati nella compravendita di preziosi per vendere il rame usato. Oltre ai compro oro fisici, negli ultimi anni, su Internet sono nate molte piattaforme a cui rivolgersi per compravendere rame.

L’importante è sempre verificare le Recensioni ed il grado di affidabilità dello stesso esercente prima di essere vittime di truffe.

È sempre buon consiglio cercare su Internet ogni minima notizia ed informazione sul Professionista che si “spaccia” per compro rame o compro oro.

 

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©