Economia e finanza / Economia

Commenta Stampa

Tra esse anche la coreana Samsung, che non pagherà nulla

Ue: maximulta per 6 società, avevano fatto cartello


Ue: maximulta per 6 società, avevano fatto cartello
08/12/2010, 15:12

BRUXELLES (BELGIO) - Una pesante multa, di 649 milioni di euro, è stata comminata dalla Commissione Europea a sei società asiatiche, per aver alterato la concorrenza nel settore degli schermi piatti a cristalli liquidi, gli LCD, formando un cartello. La multa varia da società a società, a seconda di diversi fattori, incluso il grado di collaborazione fornito nell'indagine europea. Per esempio la coreana Samsung Electronics, il nome più famoso dei sei, non pagherà nulla, perchè le è stata riconosciuta la piena collaborazione. La Lg Display, anch'essa coreana, ha ricevuto uno sconto del 50% e pagherà 215 milioni. Le altre quattro società dono di Taiwan: la AU Optonics (20% di sconto, pagherà 116,8 milioni); la Chimei  Innolux Corp. (nessuna riduzione, pagherà 300 milioni); la Chunghwa Pictures Tubes (5% di sconto, pagherà 9 milioni di euro); la HannStar Display Corp. (nessuna riduzione, pagherà 8 milioni).
SI tratta della settima sanzione di questo tipo affibbiata quest'anno, per un totale che supera i 3 miliardi di euro: ennesima dimostrazione di quanto l'Europa faccia sul serio in questo campo.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©