Economia e finanza / Economia

Commenta Stampa

In calo anche il settore degli alimenti e dei giocattoli

Un Natale all'insegna della crisi, spesi 400 milioni in meno

I dati sono stati diffusi dall'Osservatorio Federconsumatori

Un Natale all'insegna della crisi, spesi 400 milioni in meno
26/12/2011, 15:12

400 milioni di euro in meno rispetto alle previsioni: questa la fotografia scattata dall'Osservatorio Nazionale Federconsumatori sui consumi relativi alle festività natalizie, che ha registrato un'evidente contrazione rispetto allo scorso anno. Secondo lo studio dell'associazione, la spesa totale per il Natale si è attestata a 4 miliardi di euro, rispetto ai 4,4 stimati. La spesa media a famiglia è stata di 166 euro, al di sotto di previsioni che già erano negative. Analizzando l'impatto della contrazione sui diversi settori, si scopre che l'unico a registrare un seppur lieve incremento è quello dell'elettronica di consumo, mentre le promozioni permettono all'editoria di reggere l'urto mantenendo livelli stabili. Per tutto il resto, persino alimenti e giocattoli, è un Natale nel segno del meno. L'unico settore in positivo è quello dell'elettronica di consumo: un +1% frutto, secondo lo studio di Federconsumatori, del passaggio al digitale terrestre di alcune regioni e dalla vendita di smartphone. "E' chiaro - hanno dichiarato Rosario Trefiletti ed Elio Lannutti, Presidenti di Federconsumatori e Adusbef - che da tutto ciò deriva l'urgente necessità di affiancare alle misure di riequilibrio dei conti (che solo per la manovra Monti costeranno alle famiglie 1129 euro), interventi determinati per avviare una nuova fase di sviluppo, attraverso il rilancio degli investimenti nei settori produttivi" .



Commenta Stampa
di Tiziana Casciaro
Riproduzione riservata ©