Economia e finanza / Economia

Commenta Stampa

Indicatore di capitalizzazione della Zona Euro

Unicredit Banca e Intesa Sanpaolo escono dell'Euro Stoxx 50


Unicredit Banca e Intesa Sanpaolo escono dell'Euro Stoxx 50
04/09/2011, 10:09

MILANO – La bufera economica che si è abbattuta ad agosto ed ha sconvolto i principali mercati europei ed internazionali ha lasciato  parecchie “ferite”, modificando gli equilibri, che sembravano solidi,  delle principali “piazze” finanziarie. Anche il sistema bancario, in un mercato  in peggioramento, sembra farne le spese.  Ed ecco che  2 banche italiane escono  dall’elenco dell'Euro Stoxx 50: Unicredit Banca e Intesa Sanpaolo.
L’Euro Stoxx 50 è un indicatore che rappresenta i titoli delle 50 blue chip più capitalizzate della Zona Euro, elaborato dalla Stoxx Limited, una joint venture formata da Deutsche Borse AG, Dow Jones & Company e SWX Group, che calcola ogni giorno l’indice, con l’obiettivo di rappresentare le maggiori società appartenenti all'Eurozona, a partire dalla base fissata al 31 Dicembre 1991 e pari a 1.000 punti (oggi segna un valore di 2.224,72).
La composizione dell’indice viene rivista annualmente, a Settembre, mentre i pesi dei singoli titoli vengono sottoposti ad una review trimestrale.
Intesa Sanpaolo è  fra le prime venti banche europee per capitalizzazione di mercato, con un attivo totale di 677.378 milioni, 8,6 milioni di clienti all'estero e circa 1.800 filiali in 13 paesi, soprattutto dell'Europa orientale e dell’area mediterranea.  Unicredit, invece, è  tra i principali gruppi finanziari europei con una "forte" presenza in 22 paesi e una rete internazionale complessiva distribuita in circa 50 mercati, circa 160.000 dipendenti e 9.518 filiali.
Rrestano ancora nello Stoxx Europe 50: Eni, Enel, Generali e Telecom Italia.

Commenta Stampa
di Rosario Scavetta
Riproduzione riservata ©