Economia e finanza / Economia

Commenta Stampa

USA: piano salvabanche da 500 miliardi


USA: piano salvabanche da 500 miliardi
23/03/2009, 08:03

Il Segretario al Tesoro statunitense (l'equivalente del nostro Ministro delle Finanze, ndr) Tim Geithener sta per lanciare un piano "salvabanche" per riavviare l'economia USA. Il piano prevederebbe l'eliminazione dal mercato di circa 500 miliardi di dollari di titoli tossici, in modo da liberare risorse per il credito. Infatti l'amministrazione Obama è dell'idea che il problema attuale delle banche sia il fatto che sono appesantite da questi titoli tossici che creano problemi di liquidità e quindi impediscono di immettere denaro nell'economia attraverso i prestiti.
I dettagli non sono noti per ora, ma si sa che la cifra dovrebbe essere inizialmente di 500 miliardi; ove non dovesse essere sufficiente, se ne prevede un raddoppio a 1000 miliardi.
Tuttavia subentra un altro problema: tutte queste iniziative di Barack Obama sono a debito, con il debito pubblico statunitense che viaggia a livelli stratosferici. Ha raggiunto quasi i 2000 miliardi di dollari, cioè un po' più di quello italiano. E' vero che il PIL statunitense è molto più alto del nostro, ma si tratta comunque di un livello di debito che è problematico da sostenere. Anche perchè, per le leggi interne, un elevato debito pubblico blocca le possibilità di intervento della Federal Reserve Bank e può finire con il causare un'alta inflazione

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©