Economia e finanza / Economia

Commenta Stampa

Ma i risparmiatori danneggiati non verranno risarciti

Usa: S&P patteggia con lo Stato una multa di 1,5 miliardi di dollari


Usa: S&P patteggia con lo Stato una multa di 1,5 miliardi di dollari
04/02/2015, 11:00

WASHINGTON (USA) - Alla fine Standard & Poor's, una delle tre maggiori agenzie di rating del mondo, ha deciso di risolvere i propri problemi con la giustizia statunitense patteggiando. E così ha ottenuto di poter chiudere il contenzioso con la Sec (Security Exchange, l'equivalente della nostra Consob) pagando 77 milioni. Mentre chiuderà il proprio contenzioso con il governo federale pagando un risarcimento di 1,5 miliardi, per la vicenda dei mutui subprime. 

L'accusa contro l'agenzia di rating è quella di aver dato valutazioni esageratamente positive per le società legate alla vicenda dei mutui subprime, alcune catalogate come "AAA", cioèil massimo dell'affidabilità. E questo solo per evitare di perdere clienti e quindi commesse. Ma facendo così hanno di fatto ingannato o contribuito ad ingannare quei risparmiatori che hanno investito i loro soldi in società che poi sono fallite. E c'è da notare che questi risparmiatori non riceveranno un centesimo di risarcimento: la S&P deve pagare solo i soldi al governo federale; niente altro. 

Questa soluzione spiana la strada per una soluzione simile anche riguardo un'altra società di rating, Moody's, verso cui sono state rivolte le stesse accuse

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©