Economia e finanza / Economia

Commenta Stampa

VACANZE: A RATE O ACCORCIATE, GLI ITALIANI LE FANNO


VACANZE: A RATE O ACCORCIATE, GLI ITALIANI LE FANNO
12/12/2008, 09:12

Nonostante la crisi, un settore che regge bene è quello del turismo. Infatti, rispetto all'anno scorso le prenotazioni sono stabili e addirittura in aumento in certi settori. Quello che accade, però, è una riduzione della durata delle vacanze (un quarto dei vacanzieri lo limita ad un week-end) oppure il ricorso al debito a consumo per procurarsi i soldi necessari. Quest'ultima è una pratica in costante ascesa, da un po' di anni a questa parte. Anche se la somma media richiesta si aggira sui 1500 euro.

Le mete più gettonate sono quelle classiche: Madonna di Campiglio per la neve, Mar Rosso e Mediterraneo per le crociere e l''estero. Anche se aumentano le persone che puntano verso afriturismi e centri benessere, con spese che si aggirano intorno ai 750 euro per persona.

Anche se la meta più gettonata in assoluto finisce per essere la propria abitazione: il 40% degli italiani non si muoverà da lì, per queste feste.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©