Economia e finanza / Economia

Commenta Stampa

Via libera dalla Regione al progetto per l'adeguamento della Telesina


Via libera dalla Regione al progetto per l'adeguamento della Telesina
05/12/2009, 15:12

La Giunta regionale della Campania, su proposta dell'assessore ai Trasporti, Ennio Cascetta, ha espresso il proprio consenso sul progetto preliminare per l'adeguamento a quattro corsie della strada statale 372 Caianello (A1)-Benevento (“Telesina”).

Il consenso della Regione è un atto necessario previsto dalle procedure della Legge Obiettivo per l'approvazione da parte del Cipe (Comitato interministeriale per la programmazione economica).

Il progetto preliminare per l'adeguamento della Telesina è stato redatto dal promotore individuato dall'Anas nella procedura di project financing avviata per la scelta della società che realizzerà e gestirà l'opera, e per il reperimento dei capitali privati necessari a integrare i fondi pubblici della Legge Obiettivo già stanziati (110 milioni) e quelli ancora da assegnare da parte del Cipe (90 milioni).

Secondo quanto previsto dalla normativa sulla Legge Obiettivo, l'assessorato regionale ai Trasporti, prima di dare il proprio consenso, ha convocato una riunione con le Amministrazioni provinciali e comunali interessate dal progetto, che lo hanno approvato all'unanimità (Province di Benevento e Caserta, e Comuni di Alife, Caianello, Vairano, Pietravairano, Baia e Latina, Dragoni, Alvignano, Gioia Sannitica, Ruviano, Faicchio, Telese Terme, Vitulano, S. Salvatore Telesino, Castelvenere, Solopaca, Paupisi, Ponte, Torrecuso, Puglianello e Benevento.

Il tracciato individuato dal promotore migliora l’integrazione dell'intervento con la viabilità locale, e quindi con il territorio, grazie all’ammodernamento e alla messa in sicurezza dei 16 svincoli esistenti. Un progetto complessivamente più efficiente, meno invasivo per il territorio, più aderente alla domanda di trasporto e più rispettoso dell’ambiente.

“Grazie al consenso che abbiamo dato oggi – dice l'assessore Cascetta – abbiamo completato tutto quanto era di nostra competenza per avviare un'opera strategica per il nostro territorio e attesa da anni, ottenendo l'approvazione di tutti gli enti locali interessati secondo quel metodo della concertazione istituzionale che è sempre stato il nostro modello vincente per la realizzazione delle infrastrutture di trasporto. L'adeguamento della Telesina, oltre ad avere una enorme valenza per la sicurezza, la fluidità di marcia e lo sviluppo delle aree interne, costituisce un pezzo importante per la realizzazione della cosiddetta tangenziale delle aree interne, un grande raccordo autostradale formato proprio dalla Telesina e dal collegamento Lioni-Grottaminarda. Ora la parola spetta al Cipe, che deve approvare il finanziamento necessario ad avviare le fasi di progettazione e successivamente i lavori”.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©