Editoriali / L'opinione

Commenta Stampa

Continua la propaganda sui mass media

Falliti i mercenari, contro Assad si scatenano gli eserciti



Cratere di una bomba d'aereo con 500 Kg. di esplosivo
Cratere di una bomba d'aereo con 500 Kg. di esplosivo
25/12/2012, 17:25

In questi giorni, approfittando del vuoto di notizie di livello (fanno eccezione in Italia i politici nostrani, ma quelli all'estero non li pensa nessuno), sono arrivate solo notizie tragicamente false. 
Vediamo la principale: il bombardamento delle persone in fila per il pane. La versione ufficiale è che c'erano persone che erano in fila per il pane, quando sono state bombardate da un mig siriano. E c'è un filmato, presentato su tutte le Tv, dove si vede una persona che corre ed inquadra brevemente, per pocchissimi istanti, un paio di morti e qualche ferito, prima di inquadrare l'ingresso di un edificio (probabilmente il forno), davantio cui ci sono diverse persone a terra. Secondo quanto racconta Irib, si è trattato di un regolamento interno tra due fazioni del cosiddetto "Esercito libero siriano", dato che la città è completamente in mano loro. E aggiunge che laddove il cibo non arriva, è perchè sono i "ribelli" che lo rubano per rivenderselo in Turchia. Personalòmente non ho fonti per avallare o contestare questa versione dei fatti (anche se naturalmente è più affidabile chi ha giornalisti sul posto, come i giornali e le Tv iraniane, che non la Rai e i giornali italiani che hanno i loro corrispondenti a Gerusalemme). 
Tuttavia, basta analizzare le immagini, avendo un po' di conoscenza di come funzionano le bombe. Quando si fa sgancia una bomba d'aereo si ottengono due cose: distruzione tutt'intorno, ma anche un cratere, dovuto al fatto che alla potenza esplosiva si unisce la velocità della bomba: se viene sganciata da una media quota (diciamo 3000 metri) arriva a terra a velocità supersonica. l'onda d'urto della bomba verso il terreno quindi è accelerato dal fatto che la bomba sta precipitando a velocità elevatissime e comprime il terrano. Il risultato è un cratere poco profondo, ma molto largo. Una bomba da 150 Kg dell'esercito americano ne fa uno largo 10 metri e profondo uno. 
Adesso guardiamo il filmato. Qualcuno vede un cratere? Io no. QUalcuno mi ha obiettato: ma la bomba deve aver colpito l'edificio. Ora, se così fosse stato, nei filmati si sarebbe visto un palazzo sventraro, magari con i piani interni parzialmente crollati. O, quanto meno, parte della facciarta crollata. Invece nulla di nulla. 
ANcora un altro dato che dimostra come non è stata una bomba di aereo: i mezzi. Nel filmato si vedono automobili e camioncini, uno dei quali proprio davanti al forno. Se fosse stata una bomba d'aereo, dato il loro elevatissimo potere esplosivo, si sarebbero visto dei mezzi rovesciati. Una bomba da 250 Kg. dell'esercito americano rovescia un automezzo da 10 tonnellate a 20 metri di distanza. Le poche decine di chili di esplosivo usate a via D'Amelio, per uccidere Paolo Borsellino, rovesciarono alcune macchine vicino alla 126 usata come autobomba. Come mai i camion non si sono rovesciati? 
Ed infine, la prova definitiva che si è trattato di un ordigno esplosivo piazzato a mano vicino al forno o di un kamikaze: il camioncino vicino al forno ha le ruote completamente sgonfie. Segno che al momento dell'esplosione, alcune schegge si sono infilate nelle ruote, bucandole. Ed è chiaro che erano schegge che viaggiavano rasoterra, segno che anche la bomba era piazzata alquanto in basso. 
La seconda enorme menzogna di questi giorni riguarda l'uso di gas nervino. E' basato solo sulle testimonianze: alcuni "ribelli" dicono che nove persone hanno respirato i fumi dell'esplosione delle bombe sganciate alla fila del pane e sono morte. Ora, abbiamo già dimostrato che quella alla fila del pane non erano bombe di aereo, ma facciamo finta che lo fossero, giusto per allinearsi alla campagna di disinformazione e propaganda bellica in corso. Il fatto è che le bombe a gas nervino non sono così. Semplicemente non esplodono. ANche se si chiamano "bombe", in realtà sono bombole. Esattamente come quelle del gas che compriamo per il campeggio o per la cucina di casa, se non abbiamo l'allacciamento alla rete del gas. Solo che hanno sulla superficie delle valvole che, quando la bomba arriva ad una certa altezza da terra, si aprono e lasciano uscire il gas. Quindi, quello che arriva a terra è un contenitore che non ha al suo interno neanche un grammo di esplosivo. E guai se l'avesse: la maggior parte dei gas nervini non sopportano l'alta temperatura. Se nella bomba ci fosse dell'esplosivo, le alte temperature causate dall'esplosione brucerebbero il gas, rendendolo inefficace. 
Come si vede, si tratta solo dell'ennesima menzogna della nostra cara, inaffidabile, menzognera informazione nostrana, sempre pronta a stendersi a tappetino davanti al potente. E questa volta il potente di turno sono gli Usa. Infatti, chi è stato a ripetere più e più volte che gli Usa avrebbero attaccato la Siria, se Assad avesse usato armi chimiche? Guarda caso, propio l'amministrazione Obama. E, sempre guarda caso, chi è che oggi ha minacciato Assad? Israele. E sono Israele e Stati Uniti che armano il cosiddetto Esercito Libero Siriano (che di siriano non ha niuente, dato che sono tutti mercenari di altri Paesi: ceceni, libici, sauditi, africani, giordani, militanti di AL Qaeda, ecc.); e sono gli Stati Uniti che, tramite la scoetà di contractors Blackwaters (che si è macchiata di tanti di quegli stupri, omicidi, torture ed altre nefandezze in Iraq che ne è stata allontanata) li addestrano; e sono gli Usa che hanno fornito alla Turchia decine e decine di batterie di missili Patriot in cambio del terreno per far addestrare i mercenari. 
Ma nulla di questo compare sui giornali e in Tv. i direttori di giornali e di Tv continuano con questa vergognosa propaganda tesa a far credere che ci sia la necessità di attaccare la Siria, esattamente come nel 2001 c'era la necessità di attaccare l'AFghanistan, nel 2003 la necessitàò di attaccare lk'Iraq, nel 2010 la necessità di attaccare la Libia. Ed ora cosa abbiamo in questi Paesi? Regimi estremisti islamici al potere. E la presenza di Al Qaeda tra le file dell'Esercito Libero SIriano e di uno dei suoi capi al vertice dell'organizzazione di coordinamento, (organizzazione benedetta da Usa, Turchia e Qatar) lascia presagire che, se cade Assad, ci sarà un altro regime estremista in Siria. Sicuro che sia conveniente, per chi vuole vivere in pace?

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©