Editoriali / L'opinione

Commenta Stampa

Giuseppe Narducci: “Voglio andarmene a Perugia”


.

Giuseppe Narducci: “Voglio andarmene a Perugia”
21/09/2012, 12:48

Escludendo l’ipotesi che Giuseppe Narducci, ex PM della Procura antimafia di Napoli ed ex assessore alla legalità della Giunta de Magistris sia goloso di cioccolata, la sua fuga in quelle di Perugia appare come una volontà personale di allontanarsi dai riflettori e condurre una vita più anonima, magari nella stupenda cornice della città medioevale italiana per antonomasia. Conclusa l’esperienza giovanile del grande “accusatore” e poi quella matura dell’amministratore con deleghe alla sicurezza e alla legalità, Pino Narducci ha chiesto al Csm di poter “ritirarsi” a fare il giudice al Tribunale di Perugia, e sembra che la terza commissione del Consiglio Superiore della Magistratura abbia accordato all’ex PM di ‘calciopoli’ l’agognato ufficio. Manca solo l’ok del Consiglio Giudiziario e quello del Plenum del CSM, e Narducci può preparare le valige. Dopo una stagione di veleni e polemiche su più fronti, compresi gli scontri diretti con l’amico e collega Luigi de Magistris che poi hanno condotto l’ex magistrato ad abbandonare il suo incarico a Palazzo San Giacomo, inizia una nuova fase, una nuova location, un nuovo incarico che, più che il prestigio e la notorietà, porterà a Narducci la pace e la serenità di vita e di giudizio che a Napoli gli è mancata.  

Commenta Stampa
di Rosario Lavorgna
Riproduzione riservata ©