Editoriali / L'opinione

Commenta Stampa

Il Datagate: uno scandalo che non sorprende nessuno


Edward Snowden, colui che ha dato inizio al Datagate
Edward Snowden, colui che ha dato inizio al Datagate
28/10/2013, 14:12

Adesso tutti quanti fanno gli scandalizzati per quanto riguarda il cosiddetto "datagate", cioè le continue intercettazioni che la National Security Agency (Nsa) faceva. Ma in realtà erano cose che si sapevano. 
Innanzitutto spieghiamo cosa è questa agenzia governativa: nasce nel 1951 con il compito di sorvegliare le comunicazioni. Al tempo, significava intercettare le comunicazioni radio dei sovietici e decrittare i codici usati; e nello stesso tempo creare i codici adatti a non essere scoperti dal nemico. Insomma, si occupava dello spionaggio ad alta tecnologia. Anche se nominalmente la Nsa fa parte della Cia, e in caso di emergenza il capo della Cia può dre ordini, con l'assenso del Presidente degli Usa, in realtà essa è completamente autonoma. Al punto che i messaggi interni passati alla Cia che riguardano le intercettazioni sono pieni di cancellazioni e di omissis per non svelare quel messaggio da quale fonte viene. Con l'andare del tempo e con i miglioramenti tecnologici, la Nsa ha messo lo zampino anche nei satelliti. Il sistema Echelon, messo in orbita negli anni '70, si occupava di intercettare inizialmente le comunicazioni radio e televisive in tutto il mondo. Ma poi vennero i cellulari; e anche quelli in teoria sono intercettabili. Non è un caso se tutti i capi di Stato hanno dei telefoni particolari, che usano sistemi di cifratura molto sofisticati. Quindi i satelliti del sistema Echelon vennero sostituiti con modelli più sofisticati, in grado di intercettare anche i cellulari. Poi esplose Internet, con Skype. E vuoi che la Nsa non abbia fatto in modo da monitorare anche Internet ed intercettare le chiamate Skype? 
Naturalmente, non tutto viene intercettato, sarebbe umanamente impossibile. C'è un sistema automatico che intercetta solo determinati numeri o determinate zone del pianeta oppure cose del genere. Quale sia esattamente questo sistema non si può dire. Innanzitutto perchè cosa abbiano alla Nsa lo sanno solo loro: possiamo dire che ci sono i migliori ritrovati tecnologici, ma spesso è roba di cui noi non abbiamo idea. Non parliamo poi della parte software: si fanno da soli i loro programmi e hanno i migliori programmatori del mondo, pagati a peso d'oro. Poi c'è anche la segretezza che circonda tutti i servizi segreti, che impedisce di far conoscere quello che succede al suo interno. 
Nonostante questo, ci sono stati scrittori che ne hanno parlato (con quanta aderenza alla realtà, è tutto da vedere). Per esempio Tom Clancy, nei suoi libri su Jack Ryan, spesso parla della Nsa e della sua base di Fort Mead: riferisce che ci sono sette immensi banchi di memoria (come se fossero gli hard disk dei computer, ma un solo banco di memoria contiene la stessa memoria di milioni - se non miliardi - di hard disk) dove vengono accumulate tutte le telefonate intercettate, mentre i computer le catalogano e, quando è necessario, le decrittano. QUanto questa descrizione sia vicina alla realtà non sono in grado di dirlo, ma ritengo che sia verosimile, almeno nelle linee generali; senza dimenticare che Clancy aveva comunque grosse conoscenze tra i militari, che gli fornivano consulenze per i suoi libri. Quindi è facile che le informazioni siano relativamente attendibili. 
In ogni caso, al di là dei dettagli, lo si sa da sempre che gli Usa hanno questa tecnologia e la usano. Si può discutere su quanto sapessero gli altri leader del livello di penetrazione raggiunto dalla Nsa, ma non sul fatto che sapessero che spiavano i loro alleati. Quindi è inutile che Hollande e la Merkel facciano gli offesi. Al massimo possono dire che contavano sul fatto che per una questione di rispetto delle alleanze la Nsa non avrebbe utilizzato la possibilità di spiarli per agevolare il governo statunitense nelle trattative con l'Europa. Ma tutto il resto è ipocrisia. 
Chiarito questo, c'è una cosa che mi sorprende: secondo quanto si è detto all'inizio della vicenda, Edward Snowden ha consegnato per la pubblicazione molti documenti ed intercettazioni della Nsa. Ma finora le informazioni che sono state rese note sono tutt'altro che di peso. Certo, si sono aggiunti dettagli, ma il contorno era già noto, a chi si interessa di queste faccende. Quindi, resta da capire: Snowden ha realmente portato fuori dalla Nsa dei documenti oppure è stato creato un casino (con conseguenze diplomatiche e quant'altro) per motivi che allo stato sfuggono? 

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©