Editoriali / L'opinione

Commenta Stampa

Le armi che i palestinesi a Gaza non possono avere


Un razzo Fajr-5 al momento del lancio
Un razzo Fajr-5 al momento del lancio
21/11/2012, 15:07

In questi giorni si sono lette molte notizie che parlavano di lanci di missili su Israele. Ma che armi possono usare i palestinesi?  
Teniamo presente che Gaza è sotto embargo totale dal 2007. Cioè da quando si svolsero le elezioni nei territori palestinesi. Vinse Hamas, che a Gaza ebbe una grandissima maggioranza, rispetto all'attuale presidente dell'Anp Abu Mazen; mentre in Cisgiordania fu Abu Mazen a vincere di poco. Quindi cio sarebbe dovuto essere un presidente di Hamas, ma questo non andò bene ad Usa ed Israele che cominciarono a fare enormi pressioni diplomatiche e militari, finendo per costringere Hamas a rinunciare alla vittoria. E, per punire i cittadini di Gaza di aver scelto Hamas, da allora Israele ha chiuso quasi completamente i 13 punti di transito che permettono di entrare ed uscire a Gaza. Inoltre allora è cominciato anche il pattugliamento del mare antistante Gaza e l'affondamento di ogni peschereccio palestinese che vada a pescare; nonchè la distruzione sistematica di ogni terreno coltivabile e di ogni coltura di olivo. Non per niente, l'80% degli abitanti di Gaza avrebbero bisogno degli aiuti Onu, che però vengono scaricati nei pressi del check point israeliano e là rimangono, finchè non arrivano i camion israeliani per portarli nelel discariche. A badare a procurare il cibo è Hamas, attraverso i tunnel scavati sotto la frontiera con l'Egitto. 
Ma è chiaro che dentro un ntunnel di un metro di diametro, con poca aria, non è che ci puoi trasportare chissà quali armi. Certo, puoi trasportare pistole, fucili e munizioni. Magari anche qualche razzo antiaereo o anticarro di quelli che si sparano appoggiandoli sulla spalla. Ma come si fa a passare per quei tunnel i missili Fajr-3 o Fajr-5, di fabbricazione iraniana, come viene denunciato? SI tratta di missili che nel primo caso sono lunghi oltre 5 metri, per un peso di 400 Kg. e nel secondo sono lunghi 10 metri e pesano una tonnellata. Non è roba maneggiabile che puoi infilarti sotto il braccio. Infatti si usano veicoli modificati (in Mercedes 6X6 addirittura per il Faht-5) con un lanciamissili sulla parte di dietro del mezzo per spararli; e un apposito camion che porta i missili per ricaricare. Tali mezzi è assolutamente impossibile che possano essere entrati nella Striscia di Gaza. Anche perchè quel territorio è sorvolato dai droni dell'esercito israeliano. E nascondere missili lunghi 10 metri l'uno non è la cosa più semplice del mondo. Stesso discorso per i Grad, che sono montati sul retro di autocarri alquanto grandi. Anche quelli dove li si nascondono? Gaza non è un luogo dove pensino a costruire le case con garage: essendo proibito anche l'importazione del cemento, le case sono costruite in maniera alquanto provvisoria ed abitate sin dal pian terreno. C'è qualche eccezione, ma sono talmente poche che possiamo dire che non esistono. 
Per non parlare degli effetti. Sia il Grad che i Fajr-3 e i Fajr-5 non brillano eccessivamente per precisione. A differenza dei missili occidentali e di quelli israeliani, che possono centrare anche la finestra di un condominio,  i missili iraniani (anche se il Grad è russo) hanno una miora molto più approssimativa. Ma in ogni caso, lasciano buchi non indifferenti: il Grad contiene 20 chilogrammi di esplosivo, il Fajr-3 sui 45 Kg. e il Fajr-5 vicino ai 100 Kg. QUando esplodono, lasciano il segno. Come mai non vengono diffusi i crateri creati dall'esplosione di questi missili dalla Tv, che è completamente cieca per quello che sta succedendo a Gaza, ma vede benissimo quello che succede in Israele? Perchè qua non parliamo dei Qassam, che sono poco più che petardi e che quando esplono lasciano solo delle striature nere per terra. I 20 Kg di esplosivo del Grad possono abbattere una parete, se centrano un edificio; i 100 del Fajr-5 possono fare anche di più. Ma la Tv non trasmette queste immagini, chissà perchè. 
La realtà è che si cerca di giustificare la strage che Israele sta compiendo, dicendo che c'è pericolo per gli israeliani a causa di questi razzi. Ma in realtà gli unici razzi che vengono sparati sonmo proprio i Qassam. CHe essendo quasi innocui, non lascuiano grandi tracce. Niente a che vedere con i 300 Kg. di esplosivo contenuti nelle testate dei razzi israeliani o con l'equivalente di 750 o 1500 chilogrammi di tritolo contenuto nelle bombe sganciate dagli aerei. In realtà pare che Hamas, per "spaventare" gli israeliani abbia lanciato numerosi razzi senza la testata esplosiva. Un trucchetto che consente di aumentare la gittata di parecchio (il razzo è più leggero e contiene più propellente) ma che rende la sua pericolosità pari a zero. A meno che uno non sta camminando e lo prende in testa... ma a quel punto si merita il premio Nobel per la sfortuna...

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©