Editoriali / L'opinione

Commenta Stampa

L'editoriale di Varriale

Mazzarri licenzia Gargano e DeLa prende 6 milioni e mezzo


Si erano tanto contestati: Mazzarri e Gargano
Si erano tanto contestati: Mazzarri e Gargano
22/08/2012, 11:06

E alla fine Mazzarri si è tolto il sassolino dalla scarpa. Stanco delle lamentele del cognato del suo pupillo Hamsik, ha deciso di cedere Gargano all’Inter. Walter Gargano, giocatore uruguagio del Napoli, ha fatto le valigie ed è andato nella fredda Milano per proseguire la sua avventura calcistica nell’Internazionale che doveva essere di Lavezzi. Il mediano difensivo della squadra azzurra ha contribuito a far guadagnare altri 6 milioni e mezzo con la formula del prestito oneroso al suo presidente Aurelio de Laurentiis. Inutile dire che Napoli è scesa sul piede di guerra e pretende dal produttore cinematografico un sostituto che possa compensare la cessione di un giocatore il cui posto vacillava prima ancora dell’inizio del ritiro. Saranno state le offese in pubblico di Walter G. al suo omonimo Walter M. ad instaurare una certa incomprensione tra i due, ma certamente, a detta anche dei tifosi del Napoli che lo hanno sempre rimproverato, il cognato di Marek Hamsik adesso può dimostrare quanto vale in una squadra che si sta rifondando per tornare ai successi del passato. Gargano è un giocatore di quantità, utile al gioco di Mazzarri per recuperare i palloni anche se spesso e volentieri concede molto agli avversari regalandogli palloni. Indisciplinato nella vita reale, insieme a Lavezzi e Dossena, è stato pizzicato più volte nei locali della Napoli bene a bere e a fare baldoria. Tutti ora lo rimpiangono, ma gli stessi tifosi del Napoli, in preda perenne ad una crisi di identità, lo hanno criticato e ne hanno chiesto la cessione o la collocazione in panchina in sostituzione di un top player che mai è arrivato. Personalmente sono d’accordo con la tesi che vede Gargano come “utile nel turnover” anche se devo riconosce che il giocatore nel corso degli anni è cresciuto. Poco utile in fase propositiva, sui terreni di gioco pesanti, Gargano è sempre stato irascibile nei confronti dei compagni di squadra e dell’allenatore, considerandosi un grande giocatore ed un perfetto PR che ha amalgamato lo spogliatoio. Certo è che De Laurentiis ha in mente di sostituirlo con Medel, tanto amato da Mazzarri, e chi lo sa se nelle ultime ore non ci sarà la conferma dell’acquisto del cileno in rosa nel Siviglia.Il Napolisembra davvero forte quest’anno, ma la partenza a 200kmh nel precampionato ed i soliti errori di interpretazione della gara di Mazzarri, che ci hanno fatto anche perdere la Supercoppa tra l'altro, sono lo spauracchio di una stagione vincente che poteva essere vissuta già due anni fa e fa tremare chi il calcio lo mastica e lo capisce. I pareri dei tifosi sono incerti, ma chi lo sa cosa diranno quando l’anno prossimo Cavani verrà ceduto al Chelsea come promesso da DeLa ad Abramovic? Nel frattempo, godiamoci il nuovo acquisto che sta per arrivare… Chi lo sa… forse Mazzarri e Bigon, dopo Cavani e Pandev, “azzeccheranno” anche questo colpo. Speriamo bene.

Commenta Stampa
di Livio Varriale
Riproduzione riservata ©