Editoriali / L'opinione

Commenta Stampa

Dopo le auto blu, adesso due aerei per 800 milioni

Per il governo Monti, le spese sono solo a favore della casta


Per il governo Monti, le spese sono solo a favore della casta
30/07/2012, 14:26

Ancora una volta, si ripete la stessa situazione  che tante volte si è vista sia col governo Berlusconi che col governo Monti: da una parte si fanno leggi che colpiscono pesantemente i ceti più bassi della popolazione, sostenendo che lo si fa per sistemare i conti pubblici; dall'altra però si fanno fortissime spese per la casta, mascherandole con le accuse più banali, a cui possono credere solo degli sprovveduti. 
E' successo già all'inizio del governo Monti: venne varato un provvedimento (peraltro poi ignorato) con il quale si decideva di non acquistare nuove autoblu; e contemporaneamente si faceva un bando da oltre 200 milioni l'anno per l'affitto di più di 4000 autoblu (come se l'attuale numero di 65 mila auto non fosse sufficiente). Anche questa volta è accaduta la stessa cosa: viene varata una spending review pesantissima, in cui si tagliano 18 mila posti letto negli ospedali, si raddoppiano le tasse universitarie, insomma, si colpiscono i bisognosi. Però contemporaneamente si decide di acquistare due aerei da 400 milioni di euro l'uno, i Gulfstream V. Chi ama leggere romanzi di alcuni autori come John Grisham o Tom Clancy, ha senz'altro letto questo nome (a volte nella versioone IV), perchè è usato da grossi industriali, ricchissimi avvocati ed altri Vip. Ma di categoria superiore. Sia per il costo di acquisto che per quello di manutenzione e di esercizio, l'acquisto di un simile mezzo metterebbe in difficoltà economiche anche i miliardari nostrani, Berlusconi compreso. 
Ridicolo poi che si tenti di spacciarlo per un "aereo per la guerra elettronica". La guerra elettronica esiste, consiste nell'intercettare, spiare e codificare i segnali emessi dai radar (non solo quelli a terra, ma anche quelli di armi come i missili antiaerei) o dalle radio dei nemici. Una attività che serve perchè, in caso di conflitto, conoscendo quei radar si sa come disturbarli. Ma gli aerei per la guerra elettronica sono ben altri. Oggi si preferiscono aerei di linea trasformati: si elimina tutta la parte riservata ai passeggeri e si riempie l'interno e la fusoliera con antenne di ogni genere e ogni tipo, di computer, di postazioni dotate di schermi, ecc. Alla fine dell'aereo originale resta solo l'aspetto esteriore. Alle volte si usa anche un aereo da trasporto militare, l'Hercules. caratteristica sia degli aerei di linea che dell'Hercules è la capacità di poter viaggiare a bassa velocità, in modo da non dare nell'occhio sugli schermi radar nemici, dato che aerei di quelle dimensioni non sono invisibili. Nulla di tutto questo per il Gulfstream, che è pensato come una limousine tra gli aerei: spazi larghi e comodi, interni di lusso, ogni comfort possibile, comprese prese per i PC, fax, telefoni, ecc. C'è qualcuno che prenderebbe una limousine per trasformarla in un trattore? 
Il punto è la mentalità. Persone come Monti, come la Fornero, come Passera (ma anche come Berlusconi, Tremonti, Sacconi) considerano "persone" solo quelle ad alto reddito. Gli operai, gli impiegati, i muratori, ecc. non sono persone per loro. Secondo la mentalità di queste persone, non contano le persone di basso reddito. I ceti bassi e medi devono solo lavorare e pagare quante più tasse possibile, mentre i ricchi devono essere infastiditi il meno possibile con tasse e problemi di legge. Quindi non c'è nulla di strano, dal punto di vista dei membri del nostro governo, che i cittadini vengano strangolati dalle tasse e che loro spendano poi liberamente i soldi pubblici in beni di lusso assolutamente inutili. 
Sì, perchè la spesa è assolutamente inutile. Come tante delle spese fatte negli ultimi periodi dai governi Berlusconi e Monti: dalle spese esagerate (tra il 2008 e il 2011) per l'utilizzo degli aerei di Stato, che venivano utilizzati quotidianamente dai nostri Ministri (senza che si possa sapere quanto viene speso, perchè il dato viene tenuto segreto; probabilmente perchè se lo si conoscesse, la gente si incazzerebbe parecchio) ai 4 miliardi regalati al Monte dei Paschi di Siena per tenere in piedi un cadavere - economicamente parlando - anzichè farlo fallire come dovrebbe essere secondo le regole di mercato. Sì, perchè i signori liberisti le regole di mercato se le ricordano solo quando vengono utilizzati come scusa per tagliare i salarri o i diritti di operai e impiegati. Quando si tratta di rendersi conto che una banca o una grossa società è decotta, ecco che il mercato va a farsi un giro e subito arriva l'assistenzialismo statale. 

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©