Editoriali / L'opinione

Commenta Stampa

Le indagini sulla Coppa America chi colpiscono?

Quell'asse Mattino e TV contro la Procura partenopea

Le nuove leve raccontano, i pensionati muovono astio

Quell'asse Mattino e TV contro la Procura partenopea
25/07/2013, 10:11

Un attacco è stato inflitto alla magistratura napoletana dal Mattino di Napoli mercoledì 24 luglio 2013. Tante, troppe dichiarazioni di più soggetti indagati che hanno delegittimato il lavoro dei PM e della Procura in occasione delle indagini sulle regate della Coppa America. Dopo l’editoriale a firma di Adinolfi del giorno 23 luglio, il giorno successivo è stata l’ora delle dichiarazioni al vetriolo rilasciate dal sindaco all’interno di una trasmissione televisiva su una rete finita sotto inchiesta per aver beneficiato degli appalti della Coppa America e promotrice, tramite un parente della proprietà sempre presente nelle stanze di Santa Lucia, di una macchina che ha lo scopo di recepire ed attrarre finanziamenti pur non avendo i requisiti minimi previsti dallo statuto dei lavoratori richiesti all’interno dei bandi. Non è un caso che il direttore dei servizi TG dell’emittente promossa sulle pagine del primo giornale campano è un giornalista in pensione del primo quotidiano regionale, la cui posizione ambigua di pensionato e beneficiario di un rapporto non definito di collaborazione è stato più volte evidenziato dal Movimento dei Giornalisti Precari Campani sempre attenti a tutelare le nuove leve in favore dei dinosauri del giornalismo che non hanno voglia di cedere il passo ai neofiti che hanno incerta una pensione che attualmente chi ha giustamente lavorato in passato gode. Una pressione nei confronti della magistratura, quindi, che non ha precedenti, mai schierata in campo dal giornale di Giancarlo Siani, fondato da Matilde Serao, che ha come editore un imprenditore molto vicino alla realtà confindustriale, sia locale che nazionale, che tra l’altro ha un accordo economico con l’attuale presidenza di Confindustria Napoli per la promozione delle attività dell’associazione. Nulla di strano se non il fatto che fiumi di inchiostro sono stati dedicati al commento delle vicissitudini giudiziarie che riguardano la Coppa America dando spazio a penalisti eccellenti come Massimo Krogh che hanno avviato la difesa d'ufficio degli indagati sul giornale che identifica l’attività editoriale nella città di Napoli contestando l’operato della Procura partenopea. E meno male che oltre alla linea editoriale esiste anche quella cronistica. Leandro del Gaudio, giornalista sempre in prima  fila nel raccontare, spesso nell’anticipare, l’attività della magistratura con inchieste affrontate con il massimo della professionalità che gli hanno consentito di avere il bollino di garanzia di giornalista anticamorra, ha preso le distanze con una serie di articoli mirati a raccontare dettagliatamente tutti i filoni di inchiesta aperti dalla Procura di Napoli. Come prassi vuole, prima dovrebbero apparire le notizie, poi i commenti e gli editoriali, ma qualcosa sta cambiando nell’informazione partenopea sempre più vicina all’asse Caldoro e De Magistris non curante delle controversie giudiziarie nate sotto l’ombra del Vesuvio che cercano di fare luce su presunte lobby affaristiche vietate dalla giurisprudenza italiana. E non è un caso che i dati proposti dal Mattino, siano quelli della Deloitte, azienda partner dell’evento, della Camera di commercio per quanto concerne la revisione contabile, le cui proiezioni erano e rimarranno in contrasto con i dati effettiviti diramati, almeno per il 2012, dall’aeroporto internazionale di Capodichino che non tracciavano una fotografia reale dello scenario inquietante che ha visto esercizi commerciali nella zona adiacente abbassare le serrande mentre pizze, bibite ed appalti fantasma arricchivano chi ha avuto la fortuna di potersi inserire nel villaggio allestito all’interno di una precaria Villa Comunale oggetto proprio di una contestazione pochi giorni fa. Ed è su questo che la Procura indaga: non sulla cartolina, ma sugli scatti dell’inizio del decadimento economico di una città intera. E Colangelo oggi è stato finalmente intervistato ... indovinate da chi? LDG

Commenta Stampa
di CoScienza Riproduzione riservata ©